Attualità

Trench knife Ka-Bar Camillus: il coltello che ha ucciso Mario Rega Cerciello

@neXt quotidiano|

Trench knife Ka-Bar Camillus coltello mario rega cerciello 1

“Un coltello a lama fissa lunga 18 centimetri tipo Trench knife’ Ka-Bar Camillus con lama brunita modello marines con impugnatura di anelli di cuoio ingrassato e pomolo in metallo brunito”: questa è l’arma che ha ucciso il carabiniere Mario Cerciello Rega secondo quanto ha scritto il gip di Roma, Chiara Gallo, nell’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di Christian Gabriel Natale Hjort e Finnegan Lee Elder, i due cittadini americani ora in carcere. Ovvero, si tratta di un modello simile a quelli che si vedono in queste foto e somiglia a quello che si vede nei film di Rambo. Durante la Seconda Guerra Mondiale il Ka Bar era infatti diventato il coltello dei Marines ed è rimasto a lungo nella dotazione del corpo; il costo del modello si aggira intorno ai 130 dollari. Il coltello di 18 centimetri utilizzato da Finnegan Lee Elder per uccidere il vicebrigadiere dei carabinieri, Mario Cerciello Rega, è stato portato dagli Stati Uniti. L’arma, spiegano gli inquirenti, era in una valigia imbarcata nella stiva.

Trench knife Ka-Bar Camillus coltello mario rega cerciello

Secondo quanto si scrive nell’ordinanza Elder Finnegan Lee ha accusato Gabriel Natale Hjorth di aver nascosto il coltello in un controsoffitto; Hjorth a sua volta sostiene che soltanto quando i due sono arrivati in albergo Lee gli ha detto di aver usato il coltello per colpire il vicebrigadiere. Il coltello è stato ritrovato in stanza insieme ai vestiti dei due sporchi di sangue. Secondo il giudice delle indagini preliminari è inverosimile che Hjorth non sapesse del coltello fino all’arrivo in albergo.

Foto copertina da qui

Leggi anche: L’isteria collettiva della caccia ai “nordafricani” che hanno ucciso Mario Cerciello Rega