Attualità

Triplice omicidio nel quartiere Prati a Roma: c'è un sospettato

neXt quotidiano|

prati

Giovedì mattina i cadaveri di tre donne sono stati trovati in due appartamenti vicini tra loro a Roma, nel quartiere Prati. Prima sono stati trovati i cadaveri di due donne di origini cinesi in un appartamento in via Riboty, 28. Poco dopo è stato trovato il cadavere di un’altra donna in un appartamento in via Durazzo, 38. Tutte e tre sono state uccise a coltellate. Le persone che stanno indagando sull’accaduto hanno subito ipotizzato che i tre omicidi siano stati compiuti dalla stessa persona dal momento che sono avvenuti nello stesso quartiere e con le stesse modalità. Secondo le ricostruzioni le tre le donne uccise lavoravano come prostitute.

Gli sviluppi più recenti: c’è un sospettato per i tre omicidi nel quartiere Prati a Roma

Le persone che stanno indagando sugli omicidi hanno analizzato le riprese delle telecamere di sorveglianza di via Riboty e via Durazzo ma anche quelle delle strade limitrofe. Marta Castano, la donna di origine colombiana uccisa nel seminterrato di via Durazzo, aspettava un cliente: per questo l’ipotesi è che sia Castano che le due donne di orgini cinesi siano state uccise da uno dei loro clienti. Secondo le ricostruzioni Castano sarebbe stata uccisa prima delle altre due donne. Le forze dell’ordine hanno controllato anche i tabulati telefonici delle donne e le loro chat.

Oggi l’agenzia di stampa Adnkronos e il Corriere della Sera hanno scritto che un uomo sarebbe stato fermato e interrogato dalle forze dell’ordine perché sospettato di aver compiuto i tre omicidi nel quartiere Prati. Come riporta anche il sito Web della trasmissione televisiva Chi l’ha visto? si tratta di un uomo tra i 45 e i 50 anni, con precedenti penali, che è stato fermato intorno alle 5:15 di questa mattina dalla Polizia e poi interrogato. La Polizia Scientifica è entrata invece nell’appartamento dell’uomo nei pressi della Stazione Termini per effettuare dei rilievi.