Fatti

La denuncia di Sharon, cacciata dal bagno delle donne: "Scambiata per un uomo e spiata da sotto la porta" | VIDEO

Asia Buconi|

cacciata dal bagno delle donne

“Sono stata cacciata dal bagno delle donne, ovvero il mio bagno”: comincia così la denuncia su Tik Tok di Sharon, il cui nickname è “tsk.sha”. La giovane, che conta sul social oltre 835mila followers e più di 42 milioni di Mi piace, ha pubblicato ieri un video divenuto immediatamente virale (ormai conta più di 3 milioni di visualizzazioni), in cui racconta di essere stata scambiata per un uomo e di essere stata per questo rimproverata ed invitata ad uscire dal bagno delle donne.

@tsk.shaLa maleducazione è solo il minimo. Capisco che a primo impatto sembro un maschio ma magari stavo male o chissà cosa. Ma se fossi stata MtF? Una persona che soffre di disforia avrebbe subito un attacco di panico incredibile♬ suono originale – Sha™️

La denuncia della Tik Toker Sharon, cacciata dal bagno delle donne: “Una maleducazione incredibile, la guardia aveva anche chiamato il suo capo”

“Ero al bar dell’Esselunga, ho fatto colazione e sono andata al bagno. Vado al bagno delle donne e sento la guardia, dietro di me, che urla: ‘ehi ehi, il bagno. Hai visto il bagno?’. Comunque vado e faccio tipo il castello di carta igienica perché mi fa schifo fare i bisogni in un bagno pubblico”. Così Sharon entra in bagno ma, una volta qui, l’addetto alla sicurezza comincia ad assumere un atteggiamento strano, cercando di capire le sue intenzioni approfittando del piccolissimo spazio tra porta e pavimento: “Ma cosa starà facendo”, avrebbe chiesto l’uomo a una collega. A questo punto il racconto della Tik Toker continua:

Mi giro, mi abbasso i pantaloni e mi accuccio. A quel punto sento che dicono: ‘Ah, sta ca**ndo’. Proprio una maleducazione incredibile, poi tutto il tempo con questa guardia fuori. Esco per lavarmi le mani e trovo la guardia che mi aspetta e indica la porta del bagno dicendomi: ‘Hai visto in che bagno stai andando?’ Io ho detto di sì e questo qua insisteva. Aveva anche chiamato il suo capo, poi mi guarda e fa: ‘Ah, sei una donna?‘ e se ne va via. Io, sconvolta, esco. Mi rincorre l’altra guardia e mi fa: ‘Guarda mi scuso per il mio collega, per la maleducazione. Aveva visto qualcuno con i capelli corti…‘. Sì, scusa ma come ti permetti? Se fossi stato un ragazzo, una ragazza trans?

Poi, il racconto di Sharon si conclude con un comprensibile velo di amarezza: “Comunque, se anche avessi sbagliato bagno come ti permetti a stare davanti alla porta, a guardare sotto lo spioncino per vedere cosa sto facendo. E poi neanche a venire a chiedere scusa? È dovuto venire il collega. Eppure lui mi ha visto dopo. Anzi, mi ha guardata in modo schifato”. Immediate le risposte di indignazione degli utenti di fronte alla denuncia di Sharon. Al momento, il supermercato coinvolto ancora non ha commentato la vicenda.