Attualità

Il dipendente di Pewex arrestato con l’accusa di stupro a Testaccio

La ragazza è stata portata all’ospedale San Camillo di Roma per gli esami di accertamento e poi si è recata negli uffici di Polizia del Reparto Volanti con la madre, per sporgere denuncia. Gli agenti hanno subito avviato le ricerche e hanno individuato l’uomo nel supermercato di Testaccio dove era tornato a lavorare

violenza sessuale supermercato pewex testaccio 1

L’agenzia di stampa DIRE scrive che un dipendente 50enne del supermercato Pewex di Testaccio è stato arrestato con l’accusa di stupro nei confronti di una cittadina colombiana di 19 anni che era andata a fare la spesa nel negozio all’angolo tra via Giovanni Branca e via Nicola Zabaglia. Il Messaggero stamattina, raccontando la storia sulle pagine della cronaca di Roma, aveva scritto che che la ragazza era stata abusata da un cliente.

Il dipendente di Pewex arrestato con l’accusa di stupro a Testaccio

L’uomo avrebbe già precedenti penali e secondo la versione resa a chi indaga ha avvicinato la ragazza per poi trascinarla con una scusa in un vicolo. Dopo averla costretta con le minacce ad avere un rapporto orale l’uomo ha tentato di avere un rapporto completo con la 19enne, che ha colto l’attimo ed è fuggita.  Il quotidiano invece scriveva stamattina che la violenza era avvenuta all’interno del supermarket:

«Quell’uomo mi ha presa – ha raccontato la vittima – e mi ha portato in una zona del supermercato dove c’erano pochissimi clienti». Poi stando al racconto della giovane, si sarebbe verificata la grave violenza, il suo è un vero racconto dell’orrore. «Quello lì mi ha tirata da una parte – ha detto la vittima agli investigatori – e poi ha cercato di stuprarmi. Si è tirato giù i pantaloni e mi ha tirato a sé. Ho cercato di divincolarmi ma non ci sono riuscita subito». Addirittura ci sarebbe un testimone che ha visto chiaramente il momento in cui la ragazza veniva trascinata da un individuo contro la sua volontà.

violenza sessuale supermercato pewex testaccio

La ragazza è stata portata all’ospedale San Camillo di Roma per gli esami di accertamento e poi si è recata negli uffici di Polizia del Reparto Volanti con la madre, per sporgere denuncia. Gli agenti hanno subito avviato le ricerche e hanno individuato l’uomo nel supermercato di Testaccio dove era tornato a lavorare. Bloccato, il 50enne è stato arrestato con l’accusa di violenza sessuale. Indagini sono in corso per verificare tutti i particolari della vicenda.

Leggi anche: Diasorin e San Matteo di Pavia indagati per i test sierologici in Lombardia