Cultura e scienze

Tananai usa il genere neutro per salutare al TG1 | VIDEO

@neXt quotidiano|

tananai saluto neutro tg1

“Ciao a tutt*, vi voglio bene”: Tananai resta sull’onda lunga della popolarità conferitagli dal Festival di Sanremo e guadagnata poi a colpi di simpatia e abilità nello sfruttare i social. Il cantante, arrivato ultimo con la sua canzone “Sesso Occasionale”, si inserisce nel recente dibattito sull’uso della schwa e in generale sul genere neutro nella lingua italiana salutando le telecamere al termine di un servizio del Tg1 di Caterina Proietti con un inclusivo “Ciao a tutt*”.

Tananai usa il genere neutro per salutare al TG1 | VIDEO

Dopo essere stato per pochi minuti conduttore di Domenica In, il tempo materiale impiegato da Mara Venier per andarsi a cambiare e indossare la maglietta con la scritta “Tananai” realizzata con il font degli Iron Maiden, il cantante
“È vero che hai detto ‘oddio mammamia ci segue il Tg1 oggi? Perché?”, gli chiede la giornalista. “Perché mi sembra strano, prima mi seguivano gli amici ai quali dovevo dei favori”. “La prima canzone che mi viene in mente?”, chiede Proietti. “True Love Waits dei Radiohead, però la versione cantata da Thom Yorke”. “Non so neanche spiegare che tipo di felicità è – aggiunge il cantante spiegando la popolarità post Sanremo – perché questo successo è arrivato tutto in fretta, due mesi fa ero a piangermi addosso a casa perché non potevo suonare. Io canto, faccio musica, non salvo delle vite, quindi non mi va di prendermi troppo sul serio”.

Ironizzava sulla possibilità di partecipare all’Eurovision: “Spero in 24 rinunce”. Ma la possibilità non è così remota: la Svizzera gli ha chiesto di partecipare ad un’audizione per rappresentarla sul palco di Torino.