Attualità

La presa di ostaggi in un supermercato a Trèbes

trèbes supermercato

A Trèbes nell’Occitania francese un uomo armato ha catturato diverse persone e le tiene ostaggio in un supermercato. Sono stati sparati colpi di arma da fuoco contro due agenti in un supermercato, il Super-U, nella cittadina nel sud della Francia, non lontano da Carcasson. La polizia ha isolato la zona e la prefettura invita a non avvicinarsi.  Il sequestratore di ostaggi del supermercato Super U di Trèbes chiede la liberazione di Salah Abdeslam, l’unico superstite degli attentati parigini del 13 novembre 2015, attualmente incarcerato in Francia. L’uomo  è un 30enne di origine marocchina, conosciuto ai servizi segreti. E’ stato identificato grazie alla targa di immatricolazione della sua auto.

EDIT  Assalto delle teste di cuoio francesi al supermercato di Trebes, ucciso il terrorista. Lo rendono noto fonti sul posto. L’autore dell’assalto al supermercato di Trebes avrebbe ucciso la persona ritrovata senza vita a Carcassonne. Come riporta le Figaro, l’ipotesi è attribuita ad un esponente del sindacato di polizia SGP. La vittima, la terza della giornata, sarebbe stata freddata con un colpo alla testa.

trèbes supermercato 1

La presa di ostaggi in un supermercato a Trèbes

Colpi di arma da fuoco sono stati esplosi questa mattina contro due poliziotti a Carcassonne, nei Pirenei francesi. Successivamente, un uomo si è barricato in un supermercato di Trebes, poco lontano dalla stessa città, tenendo in ostaggio la clientela. Si cercano conferme su un eventuale legame fra i due episodi. L’uomo che ha preso in ostaggio alcune persone in un supermercato a Trebes, in Occitania, nel sud della Francia, sostiene di appartenere all’Isis. Secondo il quotidiano regionale La Depeche, all’interno del locale, l’uomo ha estratto la pistola, sparato cinque colpi di arma da fuoco e ha ucciso il macellaio al banco delle carni. L’uomo sarebbe con sé uno o più granate. Il premier, Edouard Philippe, ha definito “grave” la situazione.

trèbes supermercato 2

L’agente della CRS, Compagnie Républicaine de Sécurité, era stato colpito mentre faceva jogging con tre colleghi. Stavano per rientrare verso Carcassonne, quando i colpi sono stati esplosi a partire da un’auto. L’auto, secondo BFMTV, ha proseguito la sua strada e il conducente è entrato armato nel supermercato Super U alle 11.15. Secondo la sua ricostruzione della polizia gli uomini della Compagnie Républicaine de Securité (Crs) stavano rientrando in caserma da una corsa mattutina quando sono stati presi di mira almeno da cinque o sei colpi d’arma da fuoco. L’assalitore avrebbe poi tentato di ricaricare l’arma, che però “si è probabilmente inceppata. Ha quindi preso la fuga in auto”. “Bisogna capire se è lo stesso o meno della presa d’ostaggi nel supermercato di Trèbes”, ha aggiunto Lefebvre, precisando che i poliziotti hanno avuto “il buon istinto di buttarsi a terra”. Il sindacalista ha parlato di una probabile persona “radicalizzata”.

trèbes supermercato 3

Secondo il sindaco di Trèbes, Eric Menassi, intervistato da BFM-TV, i clienti presi in ostaggio sarebbero usciti dal supermercato. L’uomo armato è rimasto all’interno soltanto con un ufficiale della gendarmeria che era presente al momento della presa di ostaggi. “State bombardando la Siria, morirete”. Queste avrebbe detto – oltre a Allah Akbar – l’uomo di una trentina d’anni entrato armato al supermercato di Trèbes. Oltre al macellaio anche un cliente sarebbe stato ucciso dall’attentatore. . Il sequestratore ha rilasciato dieci ostaggi, ha riferito il portavoce della catena di supermercati ‘Super U’, Therry Desouches. Dentro il supermercato sono rimasti un agente e l’uomo, che ha detto di richiamarsi all’Isis e di volere una “vendetta per la Siria”. Nel supermercato lavorano 50 dipendenti, ma non e’ chiaro quanti si trovassero nell’edificio al momento dell’irruzione armata.