Fatti

Sparatoria in una scuola di Kazan: uccisi dieci studenti e un insegnante

L’agenzia di stampa russa Tass afferma che le forze dell’ordine hanno già fermato uno dei ragazzi che avrebbero assaltato l’istituto

Kazan

Le notizie che arrivano da Kazan sono ancora frammentarie, ma le forze dell’ordine hanno già tratto il primo bilancio dell’assalto a una scuola avvenuto questa mattina. Al momento si parla di almeno dieci studenti e un insegnante uccisi dai colpi esplosi da parte di due giovani. Tra i feriti, circa una trentina, anche chi ha provato a fuggire lanciandosi dalla finestra.

Kazan, sparatoria in una scuola: almeno sei studenti morti

Come riporta AdnKronos:

Sei studenti e un insegnante sono rimasti uccisi in una sparatoria in una scuola di Kazan, capitale della repubblica russa del Tatarstan. Lo ha riferito l’agenzia di stampa Tass, citando fonti dei servizi di emergenza. Un ragazzo, ha reso noto Ria Novosti, sarebbe stato fermato dalla polizia in relazione alla sparatoria.

Questi alcuni video che riportano quel che è accaduto questa mattina a Kazan.

Uno dei due giovani che avrebbero assaltato la scuola sarebbe stato, dunque, già fermato dalle forze dell’ordine. Il bilancio delle vittime non è ancora certo. All’inizio si è parlato si almeno sette vittime (sei studenti e un’insegnante), ma altre fonti giornalistiche russe parlano di almeno nove vittime. E sarebbero numerosi anche i feriti. Ancora ignoti i motivi del gesto terroristico.

Le forze dell’ordine sono riuscite ad accedere all’interno del plesso scolastico e a liberare molti degli studenti e degli insegnanti bloccati all’interno dell’istituto.

 

Una delle persone che ha tentato la fuga saltando da una finestra è rimasta gravemente ferita.