Attualità

I soldi dell'UE a Forza Nuova

soldi ue forza nuova

Della storia parla oggi Il Messaggero: il Parlamento europeo ha approvato un finanziamento di 600mila euro a favore dell’ «Alleanza per la pace e la democrazia», un’organizzazione presieduta da Roberto Fiore, fondatore di Forza Nuova, che compare in una lista di movimenti e fondazioni che, a giudizio degli uffici di Bruxelles, hanno i requisiti minimi per ricevere fondi dell’Eurocamera.

Una sorta di gaffe burocratica visto che per accedere a questi soldi il Parlamento certifica che i destinatari di questi fondi«osservino i principi fondamentali dell’Ue, come la democrazia, il rispetto per i diritti umani e le libertà fondamentali dello stato di diritto». Principi che, almeno fino ad ora,non sembrano far parte del bagaglio politico di Forza Nuova. L’APPROVAZIONE In particolare, si tratta di circa seicentomila euro, contemplati in un documento amministrativo, approvato dal Bureau dell’Eurocamera che si riferisce all’esercizio del 2016. Contro questo versamento, che non ha mancato di sollevare le polemiche, a favore di un partito notoriamente vicino a posizioni neofasciste e negazioniste,si è schierato Daniele Viotti, eurodeputato Pd e componente della Commissione Bilanci.

soldi ue forza nuova 1

«Già oggi – spiega l’eurodeputato dem – scriverò al Segretariato per capire come è potuta accadere una cosa del genere. Già in passato, con fondazioni legate alla Le Pen, siamo riusciti a bloccare questi fondi. E così faremo anche stavolta». A questo punto, il regolamento dell’Europarlamento prevede che la decisione possa essere bloccata grazie a un ricorso portato avanti da un quarto degli europarlamentari, rappresentativi di almeno tre gruppi parlamentari. L’ipotesi che l’operazione venga bloccata non è del tutto esclusa, anche perché sono molte le forze dell’Europarlamento contrarie al finanziamento di organizzazioni vicine alla destra xenofoba. Ma al momento non sono stati ancora presentati ricorsi ufficiali.