Opinioni

Silvia Crescimanno e l'operazione Strade Nuove a sua insaputa

A Roma il MoVimento 5 Stelle ci tiene davvero tantissimo a mostrare di mantenere le promesse. Sappiamo tutti che nella Capitale uno dei problemi principali è quello delle buche nelle strade. Certo, c’è anche il problema dei rifiuti, ma non c’è nessuna emergenza (capito!?) e quindi concentriamoci sulle strade.
silvia crescimanno strade nuove municipio XII - 1
Nel XII Municipio, governato dal M5S e retto da Silvia Crescimanno, l’amministrazione municipale ci sta riuscendo. Lo annunciava con orgoglio la stessa Presidente. Su Facebook la Crescimanno il 16 maggio ha postato alcune foto del rifacimento del manto stradale a Via Poerio, Via Bolognesi e Viale di Villa Pamphili. Un piccolo grande successo del piano Strade Nuove, un’operazione in grande stile lanciata dal Comune per riparare le buche delle strade. Anche la sindaca Virginia Raggi, qualche giorno fa a Porta a Porta ha rivendicato con orgoglio come il Comune sta provvedendo a risolvere il problema delle buche. Proprio da Bruno Vespa la Raggi si è vantata dei lavori in via della Pisana, solo che come fanno notare alcuni cittadini i lavori dell’operazione Strade Nuove hanno interessato 500 metri su un totale di 10 chilometri di lunghezza della strada.
silvia crescimanno strade nuove municipio XII - 2
 
A volte però la toppa è peggio del buco. Perché qualcuno ha fatto notare alla Crescimanno che quei lavori di rifacimento del mando stradale non fanno parte del programma Strade Nuove e quindi non sono stati finanziati o decisi dal Municipio. Quelle tre strade infatti sono state interessate da lavori di ampliamento della rete di ARET (ex ACEA distribuzione) che una volta terminata l’opera ha ripristinato il manto stradale. Insomma non solo la Presidente del Municipio non sa cosa succede nel suo territorio (e se ne accorge tre giorni dopo) ma si prende meriti non suoi. Ovviamente una volta scoperta si giustifica scusandosi per “eventuali imprecisioni di comunicazione”.

Punti sul vivo alcuni attivisti pentastellati si arrampicano sugli specchi facendo notare che Areti è una società partecipata dal Comune e che quindi in qualche modo anche la Raggi e la Crescimanno hanno i loro meriti. Che mondo sarebbe senza 5 Stelle?