Fatti

Sileri: “Le mascherine all’aperto? Obbligatorie finché non vaccineremo 30 milioni di persone”

“Serve ancora pazienza per 2-3 settimane, aspettare che si concludano le vaccinazioni di tutti gli over 80 e che si arrivi a 30 milioni di italiani”

Sileri

Con l’arrivo delle alte temperature e dell’estate, ecco che in molti si iniziano a domandare: ma queste mascherine quando potremo levarle? All’aperto si intende, ovviamente. Perché al chiuso rimarranno obbligatorie ancora per molto e lungo tempo. Una prima risposta, seppure non ufficiale e a mezzo stampa, l’ha dato il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri, intervenendo a 24 Mattino su Radio 24: “Togliersi la mascherina all’aperto? Concordo con questa ipotesi quando saranno raggiunti i 30 milioni (la metà della popolazione target) con almeno una dose di vaccino, bisognerà aspettare 3 settimane per avere una buona protezione, allora è chiaro che anche la mascherina all’aperto dove non c’è assembramento credo sia sensato mettersela in tasca e rimettersela in faccia quando c’è assembramento e rischio”.

30 milioni di persone che siano vaccinate con almeno una dose. E allora prendiamo i numeri, e andiamo a vedere a che punto siamo. Basta qualche click sul sito del governo per aprire una pagina in cui in tempo (quasi) reale i dati vengono costantemente aggiornati con le dosi somministrate. I numeri di oggi ci dicono che per chi ama l’aria aperta, le passeggiate al parco al mare, ci vorrà ancora un po’ di pazienza prima di poter lasciare la mascherina a casa (o almeno poterla tenere in tasca o in una bustina). Perché i dati che dicono che le persone vaccinate con entrambe le dosi sono 7.401.862. Ma avendo parlato il sottosegretario solo di prima dose, i numeri son ben diversi: fino a oggi sono state somministrate 24.054.000 di fiale (considerando che quasi 7 milioni e mezzo di persone ne hanno avute due). E allora, dice il sottosegretario: “Capisco le persone e il bisogno di ricominciare a fare una vita normale, serve ancora pazienza per 2-3 settimane, aspettare che si concludano le vaccinazioni di tutti gli over 80 e che si arrivi a 30 milioni di italiani coperti con almeno la prima dose di vaccino”.