Attualità

Lo scontro tra treni a Bressanone

scontro treni brennero bressanone

Due operai morti e tre feriti è il bilancio di un incidente ferroviario avvenuto la scorsa notte sulla linea del Brennero a Bressanone. Nell’incidente, poco prima della mezzanotte, sono stati coinvolti due mezzi tecnici, uno dei quali – precisa il 118 – ha preso fuoco. Due operai sono morti sul colpo, altri tre sono stati ricoverati con ferite gravi agli ospedali di Bolzano e Bressanone. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, la Croce bianca, la polizia e i carabinieri. La circolazione è sospesa nella tratta.

Lo scontro tra treni a Bressanone

Nell’incidente, poco prima della mezzanotte, sono stati coinvolti due mezzi tecnici di una ditta appaltante. Il traffico è sospeso fra Fortezza e Bressanone. Sono stati attivati bus sostitutivi nella tratta sospesa. Secondo le ricostruzioni degli addetti alla sicurezza un treno merci è andato addosso a un convoglio fermo sulle rotaie per i lavori. L’impatto ha provocato un’esplosione e l’incendio dei locomotori.
scontro treni brennero bressanone
L’incidente – ha precisato Rfi – è avvenuto alle 23.55 di ieri sera tra due mezzi tecnici, una rincalzatrice e una profilatrice, di proprietà della ditta Rossi G.C.F., che sta svolgendo dei lavori sulla linea ferroviaria. La circolazione dei treni è sospesa tra Fortezza e Bressanone ma è stato attivato un servizio sostitutivo con autobus tra Brennero e Bolzano. Rfi ha già attivato un’inchiesta per stabilire le cause dell’accaduto.

La linea chiusa tra Bressanone e Fortezza

A seguito del violento impatto i due convogli sono deragliati. Causa la successiva forte esplosione i due locomotori si sono incendiati. Due addetti sono morti sul colpo mentre altri tre sono rimasti feriti gravemente e trasportati negli ospedali di Bressanone e Bolzano. Sul luogo dell’incidente, la frazione di Varna e negli immediati pressi dell’autostrada A22, sono giunti in pochissimo tempo oltre cinquanta soccorritori tra vigili del fuoco, personale sanitario del 118 di Bressanone e Vipiteno, carabinieri e polizia ferroviaria. Il tratto ferroviario è stato posto sotto sequestro.

Chi sono gli operai morti nello scontro tra treni a Bressanone


Sono due operai campani di 52 e 42 anni le vittime dell’incidente sulla linea ferroviaria tra Bolzano e Brennero. Si tratta di due operai della Generale Costruzioni Ferroviarie S.p.A, un ditta con sede a Roma specializzata nel settore dell’armamento, dell’elettrificazione e della segnalazione ferroviaria. È stato violentissimo l’impatto tra i due mezzi tecnici nella notte sulla linea del Brennero a Bressanone. Una ditta esterna stava sostituendo le traversine, quando il mezzo che si trovava a monte – forse per un guasto tecnico – in un tratto piuttosto ripido della linea ferroviaria ha preso velocità e ha urtato con estrema violenza il secondo mezzo tecnico che si trovava a valle.


Il mezzo è deragliato e finito in una scarpata a pochi metri di distanza dall’ospedale di Bressanone. I due operai sono morti sul colpo, altri tre hanno riportato ferite gravi. Il bilancio poteva comunque essere ancora più grave perché lungo i binari stavano lavorando numerosi operai.
La linea ferroviaria del Brennero tra Bressanone e Fortezza, a seguito della tragedia ferroviaria della scorsa notte nei pressi della stazione di Bressanone, resterà chiusa in entrambi i sensi di marcia almeno fino al pomeriggio odierno. La rimozione delle macerie dai binari e dei mezzi ferroviari rimasti coinvolti durante i lavori di rinnovo dell’infrastruttura ferroviaria si preannuncia lunga. I treni passeggeri tra Bolzano e Brennero sono, quindi, soppressi. Per garantire la mobilità, Trenitalia e Trenord hanno attivato servizi sostitutivi con autobus fra le stazioni di Brennero e Bressanone, Fortezza e Bolzano e fra Brennero e Bolzano. La rimozione delle macerie dai binari e dei mezzi ferroviari rimasti coinvolti durante i lavori di rinnovo dell’infrastruttura ferroviaria si preannuncia lunga.