Attualità

“Il festival di Sanremo sarà senza pubblico”

Il ministro della Cultura Dario Franceschini dice la sua: il festival di Sanremo sarà senza pubblico, essendo l’Ariston un teatro come gli altri

L'entrata del Teatro Ariston dove si svolgerà il 70° Festival

Il Festival di Sanremo sarà senza pubblico. Scrive su twitter il ministro della Cultura Dario Franceschini: “Il Teatro Ariston è un teatro come tutti gli altri e quindi, come ha chiarito ieri il ministro Speranza, il pubblico, pagante gratuito o di figuranti, potrà tornare solo quando le norme lo consentiranno per tutti i teatri e cinema”. E conclude: “Speriamo il prima possibile”. Mette quindi la parola fine alla querelle tra chi diceva pubblico sì (tamponato e – magari anche – in quarantena su una nave) , e chi invece intende far rispettare quanto previsto dal Dpcm: teatri chiusi.

Ariston sanremo francescini

Il direttore di Rai 1 Stefano Coletta è ovviamente tra quelli che vogliono il pubblico all’Ariston, perché è un teatro sì, ma è anche – fa sapere – “uno show protocollato come evento televisivo”. Anzi, la connotazione, essendo seguita in tivù da milioni di italiani (i dati Auditel di ogni anno lo confermano, con share di oltre il 50 per cento), è “prettamente televisiva”. E aveva detto poi: “Sarà realizzato in grandissima sicurezza, in accordo con la prefettura, l’Asl e le autorità preposte. Abbiamo lavorato alacremente per garantire tutti i protocolli e lo facciamo pensando al pubblico”.

L’escamotage che chi sostiene la presenza del pubblico vorrebbe utilizzare, è quello di cui – ad esempio – ha già usufruito il programma Sky Xfactor, e ovvero: un pubblico non passivo, ma che venga considerato parte integrante dello spettacolo stesso, e quindi indispensabile ai fini del programma. E, per questo, contrattualizzate e retribuite. Dovrebbe quindi essere inteso come un programma tv seriale, tutto condensato in cinque serate, una dopo l’altra.

Sembrerebbe essere quindi un problema di forma e di messaggio. Sanremo rischia ora di essere tradito dal nome del palco che invece negli anni ha fatto la fortuna del festival, che ha fatto arrivare la musica italiano in ogni angolo del pianeta: il Teatro Ariston.