Attualità

La polemica su Sangiovanni che paragona i termometri laser alle armi in Ucraina

neXt quotidiano|

Sangiovanni

“Non volano farfalle”, ma solo polemiche. Un recente post pubblicato su Twitter ha sollevato una serie di critiche nei confronti di Sangiovanni. Tutto parte da una foto (e da un commento) pubblicato dal giovanissimo cantante vicentino. Un paragone tra i termometri laser – usati diffusamente dall’inizio dell’emergenza sanitaria e divenuti simbolo della pandemia – e la situazione in Ucraina. Quel parallelo tra le “pistole” per misurare e misurarsi la temperatura e quelle utilizzate nel conflitto non poteva che provocare una polemica.

Sangiovanni e il paragone tra termometri laser e armi in Ucraina

“Siamo corsi a queste armi due anni fa come se fosse un’anticipazione di ciò che sarebbe venuto subito dopo”, aveva scritto il cantante vicentino sul suo profilo social. Un tweet che ha provocato una moltitudine di reazioni non proprio compiacenti. C’è chi lo critica per questa “associazione” di due strumenti che hanno evidenti effetti diversi su chi li utilizza e chi, invece, si limita a sottolineare come il paragone – anche a livello storico – sia del tutto fuorviante e privo di contesto. Insomma la polemica sembrava essere quasi inevitabile e, a distanza di qualche ora, lo stesso Sangiovanni è tornato a mettere dei puntelli su quel precedente post.

“Due anni fa ci hanno dato in mano termometri laser simili a pistole e ora in Ucraina consegnano pistole vere in mano ai civili. Sembra che nel mondo debba succedere per forza un qualcosa, come per voi che per qualsiasi cosa dovete cagare il caz*o il mio tweet era chiaro. Peace”.

(foto: da Twitter)