Fatti

Ruvo di Puglia, morto lo studente precipitato da una finestra del suo liceo

Il 14enne è caduto dal secondo piano dell’Istituto. Inutili i soccorsi

Ruvo di Puglia

Si pensa a un gesto volontario, ma al momento nessuna ipotesi è esclusa. La tragedia è avvenuta questa mattina, intorno alle 11, nel Liceo scientifico Orazio Tedone di Ruvo di Puglia, in provincia di Bari. Un giovane studente, 14 anni, è precipitato dal secondo piano della sua scuola ed è morto pochi minuti dopo l’impatto con il suolo. Alcuni compagni di classe, testimoni oculari di quanto accaduto, hanno raccontato di come il ragazzo si sia volontariamente seduto sul bordo della finestra per poi lasciarsi cadere. Ancora ignoti i motivi che lo avrebbero portato – qualora fossero confermate queste testimonianze – a compiere questo gesto.

Ruvo di Puglia, morto lo studente precipitato da una finestra del suo liceo

Il volo dal secondo piano del liceo di Ruvo di Puglia che aveva iniziato a frequentare lo scorso settembre. Poi le disperate chiamate al 118, con il personale medico che ha provato a rianimare il ragazzo. Ma l’impatto con il suolo è stato troppo violento e la sua giovane vita si è spezzata pochi istanti dopo. I suoi compagni di classe, gli adolescenti che frequentano il Liceo Scientifico Tadone di Ruvo di Puglia, il personale scolastico e gli insegnanti sono sotto choc e tutte le attività previste nel corso della giornata sono state sospese, anche per consentire agli investigatori e alle forze dell’ordine di effettuare tutti i rilievi del caso e parlare con i testimoni.

Secondo quanto riportato da Norbaonline, alcuni compagni di classe del 14enne lo hanno visto mentre scavalcava il parapetto della finestra e si lasciava cadere dal secondo piano della sua scuola. I motivi di questo gesto, però, non sono ancora noti. Si parla di un brutto voto preso nel corso di un’interrogazione o di una verifica. Ma il movente sarà valutato nelle prossime ore dagli inquirenti che hanno aperto un fascicolo sulla sua morte.

(foto: da Amica 9 TV)