Attualità

Londra, l'attacco con il coltello a Russell Square

russell square

Una donna è morta e cinque persone sono rimaste ferite in un attacco a colpi di coltello avvenuto intorno alle 22.30 di ieri sera a Russell Square, in pieno centro di Londra. L’ aggressore – fa sapere la polizia municipale londinese sui suoi profili social – è stato arrestato. Si tratta di un diciannovenne con problemi mentali. Tra i feriti ci sono due donne e un uomo.

Londra, l’attacco con il coltello a Russell Square

La polizia britannica ha detto che la salute mentale è un fattore significativo nell’attacco. La polizia ha arrestato un uomo di 19 anni. “Le prime indicazioni suggeriscono che la salute mentale è un fattore significativo in questo caso e che è una linea di indagine molto importante,”, ha dichiarato Mark Rowley, London Metropolitan Police Assistant Commissioner, ai giornalisti. “Ma naturalmente, in questa fase dobbiamo tenere in considerazione ogni motivazione e di conseguenza il terrorismo come una motivazione resta una linea di indagine da esplorare”. L’ attacco è avvenuto a due passi dal British Museum di Londra ma la dinamica è ancora in corso di accertamento. La Polizia metropolitana, accorsa sul posto, ha precisato che la donna è stata soccorsa sul luogo del ferimento, ma è morta poco dopo.

russel square 1
Una delle foto dell’attacco a Russel Square

Il movente terroristico è una delle possibilità all’esame in questa fase“, hanno precisato gli investigatori. La Polizia ha affermato in una nota di essere stata chiamata alle 22.33 di ieri sera da un testimone: un uomo in possesso di un coltello insultava e minacciava i passanti a Russell Square. “Un uomo è stato arrestato alle 22.39. Uno degli agenti ha scaricato su di lui l’intero potenziale di un taser. Quindi sono stati chiamati rinforzi e la polizia ha presidiato l’area. E’ stato lanciato un appello a chiunque abbia assistito all’attacco a contattare i numeri di emergenza, anche in forma anonima, per fornire qualunque informazione utile. L’aggressione è avvenuta nella stessa area dove scoppiò una delle bombe esplose in contemporanea nella capitale britannica il 7 luglio del 2005 e a poche ore di distanza dalla decisione di rafforzare la vigilanza armata.
russell square 2
Russell Square, il luogo dell’attacco

Solo domenica scorsa, il capo di Scotland Yard, Bernard Hogan-Howe, aveva ripetuto che “un attacco è una questione di quando, non di se”, mentre nella giornata di mercoledì, 3 agosto, è stato annunciato l’impiego di ulteriori 600 poliziotti armati in città, per un totale di quasi 3mila uomini e donne al lavoro su prevenzione e nella lotta al terrore. Dopo gli attentati terroristici di Parigi, Bruxelles e Nizza, le misure di sicurezza in città sono state rafforzate, nonostante il livello di minaccia sia considerato “grave” già dall’agosto del 2014. L’Isis e altre organizzazioni terroristiche sono sempre al centro delle preoccupazioni delle autorità, anche se Theresa May, da ministro dell’Interno, alcuni mesi fa aveva sottolineato anche la possibilità di una ripresa del terrorismo di matrice nordirlandese.