Attualità

L’avvocato Rosario Imbergamo ha cambiato idea: non denuncia più la Gip Alessandra Vella

rosario imbergamo denuncia carola rackete

Rosario Imbergamo ha cambiato idea. L’avvocato che due giorni fa aveva annunciato di voler denunciare Alessandra Vella scrive su Twitter che in realtà non voleva denunciare nessuno e “le notizie in tal senso sono false”. «Ai Twitters (che secondo lui dovrebbero essere gli utenti di Twitter, ndr) chiarisco che nessuna denuncia ho presentato contro la Gip Dr. Vella. Le notizie in tal senso sono false. Ho solo elaborato una notitia criminis ancora da inviare al P.M per verificare altre ipotesi di reato da valutare dal procuratore nei confronti di Rackete Carola (prima il cognome e poi il nome, come nella visita per il servizio militare, ndr).

Rosario Imbergamo non voleva denunciare Carola Rackete

Dopo l’uscita di due giorni fa Imbergamo era sparito da Twitter, forse perché aveva sospeso lui stesso il profilo. Lui sembra confermare in un tweet l’ipotesi.

rosario imbergamo denuncia carola rackete

Il cassazionista di Palermo aveva twittato sabato mattina di aver “trovato l’ordinanza della Gip” (in realtà reperibile agevolmente fin dal mattino dopo la liberazione della Rackete) e di avere intenzione di presentare lunedì mattina, cioè l’8 luglio, denuncia alla procura di Palermo. Se le notizie in tal senso erano “false”, come dice lui, la fonte di quelle false notizie è lo stesso Imbergamo.

imbergamo causa gip vella agrigento - 1

Imbergamo chiarisce successivamente che a suo parere i capi d’imputazione formulati dal PM sono mancanti e per questo la GIP non ha potuto esprimersi correttamente, “salvando” così la giudice Vella (oppure evitando di diffamarla). Sostiene di aver fatto un esposto in procura perché “la GIP si è limitata a esaminare solo la parte del salvataggio citando impegni internazionali. Ma non ha valutato l’aggressione della Rackete alla Nave da Guerra Italiana. E’ su questo punto che chiederò al P.M. di esaminare una ulteriore ipotesi di reato più grave”.

L’avvocato Imbergamo e l’esposto su Carola Rackete

E spiega meglio: “La Gip Vella ha esaminato solo la parte concernente il salvataggio in mare. Nulla dicendo intorno all’attacco alla nave da guerra italiana. Per questo ho dovuto concentrarmi per fare valutare al P.M. altra ipotesi di reato da parte di Rackete che non era tra i capi di imputazione”. In realtà, la stessa Gip ha già escluso questa ipotesi perché ha scritto nell’ordinanza che quella della GdF non è una nave da guerra.

rosario imbergamo denuncia carola rackete 1

Secondo Imbergamo “La Rackete è stata lasciata libera perché il P.M. non ha chiesto la custodia in carcere ma : “la misura cautelare del divieto di dimora” a AG che per una tedesca non residente è la pacchia. E’ la richiesta del P.M. che presenta carenze. La GIP non poteva contestare altri reati”. E quindi il suo esposto “richiederà al Procuratore, titolare dell’azione penale, la contestazione alla Rackete di un reato non contestato dal P.M. l’art. 280 C.P. con indagine sulla probabile organizzazione che finanzia l’INVASIONE italiana. Non desidero pubblicità. per favore”. Non essendoci in programma alcuna invasione, se non nella fantasia di una parte politica, forse non è nemmeno tanto il caso di agitarsi.

Leggi anche: Chi è Gianluca Savoini, l’uomo degli audio di BuzzFeed al Metropol di Mosca