Fatti

Rosa Capuozzo ritira le dimissioni?

roberto fico rosa capuozzo quarto

Aveva detto di non voler proseguire l’esperienza di sindaco di Quarto con una nuova maggioranza mentre i suoi consiglieri si dimettevano. Ma Rosa Capuozzo ne ha dette tante da quando è sindaca di Quarto, ai giornali così come alla procura, e quindi non cambia molto se anche stavolta ha deciso di cambiare versione. La prima cittadina avrebbe intenzione di ritirare in extremis le dimissioni e proseguire nel mandato con una nuova maggioranza composta da grillini che sono rimasti in consigli ed esponenti di liste civiche eletti a Quarto.

Rosa Capuozzo ritira le dimissioni?

Parlando in aula ai consiglieri di Quarto ancora in carica, Rosa Capuozzo ieri ha affrontato la delicata questione delle sue dimissioni, consapevole che tutti i presenti fossero in attesa di conoscere la sua “scelta definitiva” e ricostruendo il momento in cui aveva annunciato di voler lasciare. “Siamo giunti oggi al secondo Consiglio comunale dopo il mio annuncio in cui ho espresso la volontà di rinunciare alla carica di sindaco di Quarto”, ha detto Capuozzo sottolineando che la decisione era stata presa “nel pieno di un accanimento mediatico senza precedenti per me e per la città tutta”. Poi l’ammissione di non aver ancora preso una decisione definitiva: “Ad oggi se vi state chiedendo perché io non abbia, o cosa deciso, è semplicemente perché la scelta deve essere una scelta di responsabilità”. Perché, ha spiegato: “in questo momento non sto decidendo le mie sorti, ma le sorti di un’intera città, quella stessa città che mi è stata accanto proprio in quel momento, il più difficile della mia breve carriera politica e che ancora oggi lo sta ancora facendo dimostrando in tutti i modi la propria vicinanza con messaggi privati e attestati di stima personali e pubblici”. L’ex esponente del M5S ha voluto ringraziare tutti coloro che in poco più di un mese dallo scoppio del cosiddetto caso Quarto le sono stati vicini. Un riconoscimento rivolto sia alla gente comune che ai componenti del Consiglio comunale, persone che, ha detto Rosa Capuozzo, “giorno dopo giorno incessantemente mi hanno fatto capire che mi sono e mi saranno vicini”. “Io sto ponderando qualsiasi soluzione, qualsiasi azione – ha aggiunto – La città merita la scelta meno scellerata possibile ma, ad ora, il mio processo di valutazione non è giunto al termine. Anche questo stesso Consiglio comunale è un momento di valutazione per una scelta finale e definitiva”. “Ormai veramente manca poco – ha concluso – credo che la scelta debba essere la migliore per la nostra intera comunità e per la mia vita, anche perché il 15 giugno sapevo già della responsabilità che mi stavo assumendo e non mi lascerò abbattere cosi”.

Ancora 24 ore

Le due liste civiche di centro destra ‘Forza Gabriele’ ed ‘Uniti per Quarto’ hanno risposto sì all’invito del sindaco. “Non c’è più un disegno politico degli ex M5S, non hanno più la maggioranza – ha detto Giovanni Santoro di ‘Uniti per Quarto’ – per cui bisognerà lavorare solo insieme. E noi ci siamo se possiamo fare cose positive per il nostro paese. Bisognerà concordare un programma di lavoro”. Ora l’ultima incognita per la Capuozzo sono proprio i 10 consiglieri ex M5S rimasti in consiglio: continueranno a rimanerle fedele come promesso? L’ufficio stampa della Capuozzo ha intanto convocato per domani alle 17 una conferenza stampa, “a margine di quanto deciderà il sindaco”, si legge nel comunicato.