Attualità

Roma, il piano anti-terremoto che nessuno conosce

neXt quotidiano|

terremoto oggi

Il Messaggero oggi racconta in un articolo a firma di Alessia Marani il piano anti-terremoto della Protezione Civile per Roma. Il piano si trova sul sito del comune (
 
Il piano avrebbe dovuto aggiornarsi ogni due anni, spiega il Messaggero. E’ molto dettagliato, ma poco conosciuto. È un volume corposo che scandisce con molta attenzione la catena delle competenze ed elenca le cose da fare in caso di emergenza e dopo l’evento,nelle sei aree a rischio sismico nella zona di Roma (area vulcanica dei Colli Albani;Valle Aniene, Monti Tiburtini, Prenestini; Frusinate; Monti Vulsini, Lago di Bolsena; Reatino; area tra Tarquinia e Tuscanica).

Il capitolo 4 del Piano è dedicato al “sistema di informazione alla popolazione”, prevede informazione preventiva attraverso vari canali, fornisce il numero verde 800854854, soprattutto informa su quali sono i punti di raduno dei mezzi e le 114 isole a disposizione della popolazione, da piazzale Metronio a via dei Fori Imperiali, da piazza San Giovanni a via del Tritone, da viale Parioli a piazza del Verano, da piazzale Ionio a piazza del Pigneto, da piazza San Giovanni Bosco a via Trionfale, da piazza San Giovanni di Dio a via di Bravetta. Prendendo in riferimento una delle faglie più vicine, quella di Avezzano per esempio, che può originare terremoti fino a magnitudo 8,nella Capitale si potrebbe immaginare una propagazione sismica fino a 6. Per gli esperti è uno scenario limite. Ma in una città di 2,8 milioni di abitanti più un milione fra turisti e pendolari, l’informazione non dovrebbe mancare.

QUI la seconda parte delle procedure anti-terremoto a Roma

Leggi sull’argomento: La classificazione sismica di Roma