Attualità

E voi siete pronti per la rivoluzione del 10 ottobre?

10 ottobre generale pappalardo rivoluzione - 2

Una rivoluzione tira l’altra e così per nulla appagati dal successo di quella del 10 settembre gli uomini e le donne del Movimento Liberazione Italia guidati dal Generale (con vitalizio da parlamentare) Antonio Pappalardo sono pronti a liberare il Parlamento da quelli che considerano “parlamentari abusivi”. Perché dieci giorni fa gli onesti liberatori dell’Italia hanno fatto sì sul serio, ma si sono limitati a consegnare “l’avviso di sfratto”. Sfratto che diventerà esecutivo a partire dal 10 ottobre se nel frattempo il Presidente della Repubblica non avrà sciolto le Camere.

Parlamento KO! Missione 10 ottobre

Fra una ventina di giorni finalmente il Popolo italiano potrà liberarsi di questi politici corrotti, parola del Generale Pappalardo che ha già lanciato la sua nuova missione dal nome “Parlamento KO!”. Il piano è a suo modo geniale: il 10 settembre Pappalardo ha consegnato al vice-questore di Roma la diffida al Capo dello Stato. Diffida con la quale “nella prima volta nella storia della Repubblica si intima a un Presidente della Repubblica di sciogliere gli incarichi del governo”. Entro il 10 ottobre Mattarella dovrà ottemperare alle richieste dei “rivoluzionari”. Se questo non accadrà allora “la diffida potrà avere forza esecutiva per consentire un intervento delle forze dell’ordine di provvedere a far firmare al Presidente lo scioglimento delle camere”.
10 ottobre generale pappalardo rivoluzione - 3
Una volta fatto è tutto in discesa: sarà eletta una Costituente che abolirà tutte le leggi approvate dal Parlamento illegittimo. Ivi compresa ovviamente quella che introduce i vaccini obbligatori, perché tra gli alleati del Generale in pensione (e vitalizio) ci sono quelli del Popolo Unico che da sempre lottano per la libertà dai vaccini. Altri temi importanti per il nuovo governo frutto di questa rivoluzione pacifica saranno la sovranità monetaria, l’immigrazione e il signoraggio bancario. Una volta risolte queste problematiche l’Italia ripartirà più bella e forte che mai, non c’è alcun dubbio.

Aiutaci, stiamo rivoluzionando l’Italia!1

Nel frattempo il Generale cerca finanziamenti economici (e rivoluzionari) per poter sostenere la sua impresa. A quanto pare però il MLI non si presenterà alle prossime libere elezioni, il motivo di questa scelta non è ancora stato spiegato, probabilmente per evitare che gli infiltrati della Digos e i miserabboli possano sabotare il progetto rivoluzionario del Movimento Liberazione Italia. Non sarebbe la prima volta che il Generale si trova costretto a scaricare qualche sostenitori perché lo scopre a trattare con il nemico e a passare informazioni riservate alle forze fedeli al Parlamento illegittimo.
10 ottobre generale pappalardo rivoluzione - 4
Tra le varie proposte rivoluzionarie c’è anche l’azzeramento delle tasse. Ma solo dopo che il MLI avrà vinto le elezioni  Ma come? Allora il MLI si presenterà alle elezioni!
10 ottobre generale pappalardo rivoluzione - 5
A quanto pare il MLI non ha ancora deciso cosa farà, ne prendiamo atto, quello che è certo è che dopo le elezioni l’Italia sarà finalmente libera e diventerà una repubblica federale fondata su sei stati federati: la Pedania, le Tre Venezie, l’Etruria, la Partenopea, la Sicilia e la Sardegna. 
10 ottobre generale pappalardo rivoluzione - 6
Ed è chiaro che l’unico limite dei propositi rivoluzionari di Pappalardo è l’immaginazione (che sembra per il momento senza limiti). Ci si vede tutti in piazza Montecitorio, a meno che il Generale non litighi con i suoi seguaci e si rimandi tutto di qualche giorno.