Fatti

Il risultato definitivo del referendum sul taglio dei parlamentari

Quando sono stati scrutinati i voti in tutte le 61.622 sezioni per il referendum costituzionale, il Si’ ottiene 17.168.498 voti pari al 69,64%

risultati referendum taglio parlamentari vittoria sì

Quando sono stati scrutinati i voti in tutte le 61.622 sezioni per il referendum costituzionale, il Si’ ottiene 17.168.498 voti pari al 69,64%, mentre il No totalizza 7.484.940, pari al 30,36%. E’ quanto risulta dal sito del ministero dell’Interno. I votanti sono stati 24.993.020, pari al 53,84% dei 46.418.749 degli aventi diritto. Le schede nulle erano 128.397, le bianche 210.862. Le schede contestate, 323. Lo scrutinio si è concluso poco dopo l’1.40.  Il  prossimo Parlamento avrà 345 eletti in meno, passando da 630 a 400 deputati e da 315 a 200 senatori.  L’affluenza finale del 53,8% è la stessa di quella della riforma del 2006 e più bassa rispetto alla Renzi-Boschi del 2016 dove però il referendum si era caricato di un forte significato politico, ovvero il futuro del governo Renzi. Il Sì prevale in tutte le regioni del sud con punte vicine all ’80% in Molise, Campania (78%), Calabria (76%) e Sicilia (75%) mentre va peggio in Friuli (60%), Lazio (66%) e Toscana (66%).

Il risultato definitivo del referendum sul taglio dei parlamentari

Gli italiani all’estero non sono arrabbiati per i minori seggi che verranno loro riservati alla Camera e al Senato con questa riforma costituzionale. Quando lo spoglio era quasi ultimato circa l’80% degli italiani all’estero aveva votato sì al referendum.