Politica

La risposta definitiva del ministro Speranza a Salvini: “Sbaglia chi fa politica sull’epidemia”

“Io su questo terreno non ci voglio stare. Voglio lavorare per unire l’Italia, che ha dimostrato di essere un grande Paese”.

Ora è finito sotto il mirino del leader della Lega e azionista di governo Matteo Salvini. Il ministro della Salute Roberto Speranza è stato attaccato tutta la giornata dai ristoratori e dagli ambulanti in protesta in tutta Italia, da quelli che davanti Montecitorio hanno provato a entrare in piazza aprendo il cordone della polizia. Tutti contro di lui, colpevole – come dice Salvini – di vedere tutto rosso. E allora il ministro della Salute Speranza (che, lo ricordiamo, lo era anche con Giuseppe Conte), ha deciso di rispondere a questi attacchi da Giovanni Floris, a Di Martedì. E lo ha fatto con eleganza, dicendo sostanzialmente: Salvini la smetta di far politica su queste faccende serie, abbiamo far fronte comune e percorrere insieme questi ultimi metri:

Io ho giurato sulla Costituzione, è alla Costituzione che devo rispondere. Sbaglia chi fa politica sull’epidemia. Non dividiamo l’Italia, non serve, non proviamo a prendere voti sulla pandemia. Se vogliamo far politica stiamo provando a raccattare qualche voto. Io su questo terreno non ci voglio stare .Voglio lavorare per unire l’Italia, che ha dimostrato di essere un grande Paese. Dobbiamo avere una ragionata fiducia. Non c’è dubbio che dobbiamo accelerare, ora avremo più dosi. E insieme a più dosi avremo più persone: medici, odontoiatri e vari professionisti. Una serie di persone in campo che ci daranno una mano: penso alle farmacie e agli infermieri. La vaccinazione è la vera strada per chiudere questo periodo così difficile. Io penso che tutte le scelte che abbiamo fatto hanno come obiettivo quello di difendere la salute del nostro paese. Non abbiamo di fronte anni di difficoltà. Già dalle prossime settimane vedremo i risultati che andranno nella direzione giusta. Io penso che dobbiamo fidarci delle nostre istituzioni. Ma non dimentichiamolo mai: il vaccino è la vera e unica strada per chiudere questo periodo.