Fatti

Il calciatore della Lazio Raul Moro picchiato e derubato dell'auto mentre viaggiava con il padre

@neXt quotidiano|

raul moro lazio rapina roma grande raccordo anulare

Il calciatore della Lazio Raul Moro, 19 anni, è stato rapinato sul Grande raccordo anulare di Roma mentre si trovava in auto insieme a suo padre nella serata di ieri. È stato aggredito e derubato della sua auto da quattro persone incappucciate che lo hanno raggiunto all’altezza del 26esimo chilometro della strada intorno alle 23.30. Dopo averli presi a calci e pugni, due aggressori sono saliti a bordo della sua auto e sono corsi via, mentre altri due sono scappati con il mezzo con il quale lo avevano costretto ad accostare. A chiamare la polizia sono stati i due malcapitati protagonisti della vicenda, soccorsi inizialmente dagli investigatori del commissariato Fidene, i Falchi e la Stradale.

Il calciatore della Lazio Raul moro picchiato e derubato dell’auto mentre viaggiava con il padre

Mentre i poliziotti hanno iniziato le ricerche dei rapinatori, i due feriti sono stati accompagnati al Policlinico da un’ambulanza del 118. L’auto di Raul Moro è stata ritrovata a Castel Giubileo, mentre le indagini sono ancora in corso per ricostruire la dinamica di quanto accaduto. Non si esclude che i malviventi siano gli stessi entrati in azione qualche notte fa sulla bretella dell’autostrada Roma-L’Aquila nei pressi di via Collatina: una coppia, marito e moglie, sono stati minacciati con un fucile e derubati di orologi Rolex e quattro bracciali d’oro. L’uomo è anche stato picchiato, in una dinamica simile a quanto accaduto ieri sera a Moro. In quell’occasione i malviventi si erano finti poliziotti in borghese per indurre la coppia a fermarsi con l’auto.