Attualità

Yaisy Bonilla: il ragazzo accoltellato nella discoteca Disco Volante è morto

discoteca via corsica brescia

Un 21enne di origine colombiana è stato accoltellato questa mattina attorno alle 6 in città a Brescia. Il giovane è stato raggiunto da alcuni fendenti all’addome nella discoteca Disco Volante e trasportato all’ospedale Poliambulanza dove è stato sottoposto ad un delicato intervento chirurgico. Il ragazzo, che si chiamava Yaisy Bonilla, è morto nel pomeriggio. È caccia all’aggressore, con la polizia che sta conducendo le indagini ricostruendo le testimonianze degli amici del giovane. Il colombiano e il suo aggressore avrebbero trascorso la nottata nella discoteca vicina a via Corsica e via Salgari, luogo dell’aggressione.

Il ragazzo accoltellato in una discoteca di via Corsica a Brescia
Al momento dell’aggressione il giovane era in compagnia della fidanzata, ora sotto choc e ascoltata a lungo dalla polizia che sta indagando sul tentato omicidio. Non è chiaro al momento se la lite sia nata con un connazionale, ma pare che la tensione tra aggressore e vittima sia cominciata all’interno del locale, la discoteca ‘Disco Volante’ a Brescia.
discoteca disco volante via corsica Yaisy Bonilla
Gli inquirenti stanno cercando di risalire all’aggressore che è riuscito a dileguarsi prima dell’arrivo dei soccorsi. Dalle prime testimonianze sembra che l’aggressore avesse anche lui trascorso la notte nella discoteca. Un fendente orizzontale avrebbe sostanzialmente aperto l’addome alla vittima. Le sue condizioni sono gravissime. La polizia sta cercando di ricostruire l’accaduto.

Yaisy Bonilla

Gli inquirenti stanno cercando di risalire all’aggressore che e’ riuscito a dileguarsi prima dell’arrivo dei soccorsi. Dalle prime testimonianze sembra che ci sia stata una lite per motivi ancora sconosciuti all’interno della discoteca, il Disco Volante, poi degenerata all’uscita. L’aggressione e’ avvenuta in una strada vicina al locale, Via Corsica, davanti alla fidanzata del giovane che ha poi dato l’allarme. Il 21enne aggredito aveva precedenti penali. Una pista per risalire all’autore del feroce attacco potrebbe arrivare dall’esame delle immagini riprese dalle telecamere di sorveglianza presenti nell’area.