Fatti

Questa è l’Italia. Silvio Berlusconi doppia Liliana Segre nel sondaggio sulla corsa al Quirinale

La dura verità svelata dal sondaggio di Pagnoncelli, Di Battista: “Questo è un Paese che non si salverà mai”

sondaggio berlusconi segre dimartedì

Nella tanto discussa corsa al Quirinale, secondo i sondaggi, Silvio Berlusconi doppia nel gradimento Liliana Segre. Ebbene sì, lo dice il sondaggio di Nando Pagnoncelli andato in onda a DiMartedì su La 7.

Questa è l’Italia. Silvio Berlusconi doppia Liliana Segre nella corsa al Quirinale

Un risultato che scalda gli animi in diretta. Da una parte il conduttore di Porta a Porta Bruno Vespa, che sorride al risultato del Cavaliere, dall’altra Alessandro Di Battista che, furioso per il risultato e per la reazione soddisfatta di Vespa, pone l’accento su un fatto agghiacciante: “Questo è un Paese che non si salverà mai, colui che pagò Cosa Nostra potrebbe prendere il posto di un Presidente a cui Cosa Nostra ha ammazzato il fratello”.

Senza però entrare nei meriti dei finanziamenti a Cosa Nostra, ci sarebbero tanti altri motivi per cui gli italiani avrebbero dovuto preferire la senatrice a vita e modello per tutti Liliana Segre. E invece no, addirittura il doppio delle persone che si sono espresse ha preferito Berlusconi rispetto alla Segre (il 14% per il primo contro il 7% per la seconda).

Si tratta chiaramente di dati riferiti esclusivamente al ruolo di Presidente della Repubblica, che però fanno comunque riflettere perché sempre di un indice di gradimento si tratta. Il sondaggio è stato infatti effettuato su un campione casuale nazionale di 500 persone.

Al primo posto Mario Draghi con il 30%, a seguire Berlusconi con il 14%, poi Liliana Segre con solo il 7%, Marta Cartabia 6%, Elisabetta Casellati e Dario Franceschini a pari merito con il3%, Pierferdinando Casini 2%, Marcello Pera 1%. Il restante 34% degli intervistati non ha indicato preferenze.