Fatti

Quei vaccini “introvabili” che vengono venduti sul dark web (alcuni sono falsi)

I  ricercatori di Kaspersky hanno individuato messaggi pubblicitari per tre dei principali vaccini COVID disponibili, Pfizer/BioNTech, AstraZeneca e Moderna, e per ulteriori vaccini “COVID19” non certificati.

vaccino AstraZeneca bufale

In questo momento, il mondo intero è alla prese con una delle più grandi e complesse campagne di vaccinazione della storia e, come prevedibile, truffatori e venditori del dark market ne stanno approfittando per trarne profitto. Esaminando 15 diversi marketplace su Darknet, i ricercatori di Kaspersky hanno individuato messaggi pubblicitari per tre dei principali vaccini COVID disponibili, Pfizer/BioNTech, AstraZeneca e Moderna, e per ulteriori vaccini “COVID19” non certificati.

La maggior parte dei venditori è basato in Francia, Germania, Regno Unito e Stati Uniti. I prezzi per ogni dose variano da 200 a 1.200 dollari, con un costo medio di circa 500 dollari a dose. Gli accordi per l’acquisto avvengono tramite app di messaggistica criptate come Wickr e Telegram, mentre i pagamenti vengono richiesti sotto forma di criptovaluta e principalmente bitcoin, molto più difficile da tracciare.

vaccino
Foto IPP/Fabio Cimaglia
Roma 23/02/2021
piano vaccinale anti coronavirus covid 19 per il personale militare
Nella foto: fiale di vaccino Astrazeneca

La maggior parte di questi venditori illegali ha effettuato circa 100-500 transazioni di vendita ma non è chiaro cosa stiano davvero acquistando gli utenti Darknet. Sulla base delle informazioni a disposizione degli esperti di Kaspersky, è impossibile dire quante delle dosi di vaccino commercializzate online siano reali (molte strutture mediche si sono trovate con dosi avanzate) e quanti annunci siano in realtà una truffa.

“Nel dark web è possibile trovare qualsiasi cosa, dunque il fatto che alcuni rivenditori tentino di lucrare sulla campagna di vaccinazione non dovrebbe sorprenderci. Nell’ultimo anno sono state osservate molte truffe che hanno sfruttato l’argomento COVID, e molte di queste hanno avuto successo. Secondo le nostre ultime analisi, non vengono vendute solo le dosi del vaccino, ma anche registri di vaccinazione, ovvero documenti che consentono di spostarsi da un luogo all’altro liberamente. Raccomandiamo agli utenti di diffidare di qualsiasi “affare” legato alla pandemia e ricordiamo che, naturalmente, comprare un vaccino su una Darknet non è una buona idea “, ha dichiatato Dmitry Galov, security expert di Kaspersky.