Cultura e scienze

Gli abusi nelle prescrizioni di farmaci

Il dossier dell’AIFA: una mappa dell’iper-consumismo farmaceutico che, se messo sotto controllo in tutto il perimetro del prontuario, si stima potrebbe far risparmiare la bellezza di tre miliardi in pillole e sciroppi

La Stampa racconta oggi in un articolo a firma di Edoardo Izzo i dettagli di un report dell’AIFA sulle prescrizioni di farmaci nelle regioni italiane: in seicento pagine di tabelle l’agenzia per il farmaco è andata a vivisezionare i dati regione per regione e medicinale per medicinale, per promuovere campagne di comunicazione per l’uso corretto dei medicinali. Una mappa dell’iper-consumismo farmaceutico che, se messo sotto controllo in tutto il perimetro del prontuario, si stima potrebbe far risparmiare la bellezza di tre miliardi in pillole e sciroppi. Con benefici per le casse a corto di ossigeno della nostra sanità. Ma anche per la nostra salute. E c’è di più: ogni anno gli italiani spendono un miliardo di euro, quanto tutti i ticket messi insieme, per pagarsi di tasca propria la differenza di prezzo tra il farmaco più costoso griffato e l’identico ma più economico generico, che continua ad avere poco appeal tra medici e pazienti. Comportamenti figli di una cultura consumistica, che anche in sanità si fa fatica a contenere.

prescrizioni farmaci abusi
Le prescrizioni di farmaci nelle regioni (La Stampa, 20 ottobre 2018)

Uno degli esempi è quello della vitamina D:

Prendiamo il caso della vitamina D. Fa bene, ma assunta in dosi non necessarie può diventare tossica e generare fratture o ipertensione. In Italia se ne fa uso e abuso, tant’è che in soli 5 anni il mercato già in crescita è lievitato da 187 a 260 milioni, 29 dei quali, calcola l’Aifa, potrebbero essere risparmiati se i consumi si livellassero su quelli delle parsimoniose Sicilia e Valle d’Aosta. Una piena di sole, l’altra meno, a dimostrazione che i consumi sono slegati dai bisogni di salute, visto che la vitamina D viene spesso usata come integratore per facilitare la calcificazione delle ossa. Cosa che fa appunto il sole.

Leggi sull’argomento: 45 miliardi di debito pubblico in più senza spiegazioni