Fatti

L'uomo che picchia il suo cane che reagisce e lo azzanna al volto

@neXt quotidiano|

Porto Empedocle

È ricoverato in gravi condizioni, con profonde e gravi ferite al volto, il 35enne aggredito sulla spiaggia Marinella di Porto Empedocle, in Sicilia, dal suo cane. Secondo le prime ricostruzioni, il “Chow Chow” avrebbe reagito nei confronti dell’uomo che, pochi istanti prima, lo avrebbe colpito ripetutamente utilizzando l’asta dell’ombrellone utilizzato nei pressi del bagnasciuga della località balneare in provincia di Agrigento. Un comportamento che, come confermato dai testimoni oculari della scena, avrebbe provocato la reazione dell’animale che si sarebbe avventato su di lui azzannandolo ripetutamente.

Porto Empedocle, uomo picchia cane che reagisce e lo azzanna al volto

L’uomo è stato ricoverato d’urgenza in ospedale (al Civico di Palermo), trasportato nel nosocomio più vicino attraverso l’intervento dell’elisoccorso, dopo la chiamata al 118 effettuata da diversi turisti e altre persone presenti nella località balneare al momento di quell’aggressione. Lì è stato sottoposto a un delicato intervento di chirurgia maxillo-facciale, ma le sue condizioni sono tuttora molto gravi. E le versioni dei testimoni, coloro che erano presenti sulla spiaggia Marinella di Porto Empedocle sono discordanti, ma hanno confermato pressoché una dinamica analoga. Soprattutto per quel che riguarda le conseguenze.

Alcuni di loro, infatti, hanno raccontato alle forze dell’ordine – intervenute sul posto pochi minuti dopo l’accaduto insieme al personale medico – dell’atteggiamento violento del 35enne contro il “Chow Chow”. Altri, invece, hanno detto evidenziato come l’utilizzo di quel bastone dell’ombrellone da parte dell’uomo non fosse diretto verso quel cane, ma contro un barboncino (sempre di proprietà dello stesso 35enne). Sta di fatto che entrambe le versioni portano allo stesso esito finale: quel cucciolo di “Chow Chow” (piccolo di età, nonostante le dimensioni tipiche di quella razza canina) ha reagito al comportamento violento dell’uomo contro di lui o contro l’altro animale. E lo ha fatto saltandogli addosso e azzannandolo ripetutamente, provocando profonde ferite al suo volto.