Attualità

Il poliziotto che spara a un cane in via Rosaroll a Napoli

poliziotto spara cane

Un cane morto e un agente con un pugno in faccia sono la conclusione della notifica di un provvedimento a un pregiudicato a Napoli. Il fatto, ha raccontato oggi l’agenzia di stampa AGI alle 13,46, è accaduto in via Cesare Rosaroll, dove la polizia si è recata per eseguire la notifica. Il 25enne che era destinatario della misura ha un pitbull, che, visti gli agenti, li ha aggrediti, azzannandone uno.

Un poliziotto per difendere il collega ha quindi sparato al cane; l’animale è stato trasportato dagli stessi agenti con una volante anella sede Asl del Frullone perché lì fossero prestate cure veterinarie. Il pregiudicato 25enne ha anche tirato un pugno al volto all’agente che ha sparato. Il poliziotto morso dal cane e’ stato ricoverato. Il pitbull è morto al centro veterinario del Frullone a Napoli: la situazione è precipitata dopo un primo momento in cui le condizioni del cane, ferito da un agente di polizia a difesa di un suo collega aggredito a morsi dall’animale e portato con la volante immediatamente al pronto soccorso veterinario non sembravano gravi. Inutili, dunque il trasporto tempestivo ed i primi soccorsi. Il cane, secondo i dati acquisiti dalla polizia, non aveva il microchip.

Leggi anche: Il passato “neonazista” di Savoini, l’uomo che va a caccia di rubli in Russia