Attualità

L’operaio colpito da una pistola ad aria compressa a Terracina

pistola ad aria compressa

Ferito da tre pallini esplosi verosimilmente con un’arma ad aria compressa da uno sconosciuto a bordo di un’auto. A denunciare l’accaduto ai carabinieri un operaio indiano di 40 anni che ieri sera si trovava in sella alla sua bici sulla via Pontina, nei pressi di Terracina, quando è stato centrato dai pallini. Il 40enne è rimasto lievemente ferito. Sulla vicenda indagano i carabinieri. A ferragosto, ad Aprilia, sempre nel Pontino, un camerunense è stato ferito in strada da alcuni piombini sparati con un fucile da una finestra. Tre i ragazzi sono stati denunciati.

L’operaio colpito da una pistola ad aria compressa

L’uomo ha riportato lievi abrasioni all’addome compatibili con i segni dei piombini ed è stato giudicato guaribile in due giorni. Sulla vicenda sono in corso indagini dei carabinieri della Compagnia di Terracina per ricostruire la dinamica dell’accaduto e risalire al responsabile. L’uomo ha raccontato che nella serata di ieri mentre si trovava in sella alla propria bicicletta sulla via Pontina, all’altezza di via Badino vecchia, a Terracina, in provincia di Latina, è stato raggiunto da tre pallini esplosi verosimilmente con un’arma ad aria compressa da uno sconosciuto a bordo di un’utilitaria.

Leggi sull’argomento: Quelli che sparano con il fucile ad aria compressa ad Aprilia