Fatti

Piossasco, architetto trovato morto dopo aver sorpreso dei ladri in casa

Le forze dell’ordine stanno indagando sul decesso di un uomo. All’inizio si pensava a un malore, ma sul pavimento è stato trovato un bossolo. Ancora non sono chiare le dinamiche di quanto accaduto nella notte in provincia di Torino

Piossasco

I contorni di questo fatto di cronaca non sono ancora stati definiti e le forze dell’ordine stanno effettuando tutti i controlli e gli approfondimenti – anche cercando indicazioni dai vicini o da qualche testimone – su quanto accaduto questa notte a Piossasco, un comune a Sud-Ovest di Torino. Un uomo, infatti, è stato trovato privo di sensi sul pavimento della sua abitazione. A nulla sono serviti i soccorsi e il 49enne – Roberto Mottura, un noto architetto della zona – è deceduto. All’inizio si pensava a un malore, ma alcune tracce trovate all’interno di quella casa di via del Campetto fanno pensare ad altro.

Piossasco, uomo trovato morto in casa dopo aver sorpreso i ladri

Come riporta AdnKronos, infatti, durante gli accertamenti è stato rinvenuto un bossolo sul pavimento. Il colpo di pistola potrebbe esser stato esploso durante una colluttazione tra l’uomo – proprietario dell’abitazione di Piossasco – e un ladro (ancora non si sa se fosse più di uno) sorpreso all’interno di quella abitazione. Gli esami sono ancora in corso, ma sembra accertata la presenza di un’altra persona (estranea) all’interno di quella casa. Fondamentale, per ricostruire i contorni di questo fatto di cronaca nera, sarà anche il racconto di eventuali testimoni o vicini di casa che potrebbero aver udito urla (e anche l’esplosione di un colpo d’arma da fuoco) nel corso della scorsa notte.

A chiamare il 118, parlando di malore, era stata la moglie dell’uomo. Poi, però, i medici hanno riscontrato una ferita al ventre e i carabinieri hanno ritrovato sul pavimento dell’abitazione il bossolo di un proiettile. Ora gli uomini del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Torino e della Compagnia di Moncalieri stanno effettuando tutti gli approfondimenti del caso per arrivare a una ricostruzione più certa e affidabile di quanto accaduto questa notte in quella villetta di Piossasco.

La ricostruzione

Secondo quanto trapelato da fonti investigative, i ladri (si parla di due persone) sono entrati nella casa di Roberto Mottura intorno alle 4 di notte. Dopo aver forzato una persiana, i malviventi avrebbero rotto una finestra facendo partire l’impianto d’allarme. L’uomo, dunque, sarebbe sceso al primo piano della sua abitazione trovandosi di fronte i due ladri. Da lì sarebbe nata quella colluttazione e quel colpo d’arma da fuoco partito dalla pistola di uno dei due, attualmente ricercati.