Attualità

L'eroico Angelino Alfano che vuole salvare il cane Iceberg in Danimarca

iceberg alfano dogo argentino - 2

Angelino Alfano ha una missione: salvare Iceberg. No, il nostro valoroso ministro degli Esteri non ha ingaggiato un corpo a corpo con Donald Trump sul tema del surriscaldamento globale. Iceberg è una dogo argentino di due anni che rischia di essere soppressa. Ma come mai Alfano si interessa del caso di un cane che rischia la vita? Perché Iceberg è il cane di un italiano – Giuseppe Perna – che si è recato in Danimarca per lavoro. Ma in Danimarca il dogo argentino è una delle razze vietate e quindi il signor Perna non può tenere con sé Iceberg che secondo la legge deve essere soppressa.

#saveiceberg, la petizione per riportare a casa il dogo argentino

Il cane è attualmente sotto sequestro, ma non perché è entrato illegalmente nel paese. A quanto pare infatti nessuno – né alla partenza né all’arrivo in Danimarca – ha fatto presente a Perna che il cane non poteva entrare nel paese. Certo, il suo proprietario era tenuto a saperlo ma nessuno gliel’ha fatto presente. Iceberg è entrata regolarmente in Danimarca, con tanto di passaporto europeo. Un giorno è successo che Iceberg e un altro cane si azzuffano e un umano ci va di mezzo e riporta una lieve ferita. Un graffio spiegano nel testo della petizione online che ha superato le 350 mila firme.
iceberg alfano dogo argentino - 1
La polizia però ha dovuto intervenire e così s’è scoperto che Iceberg appartiene ad una delle razze vietate in Danimarca. Ad aiutare Giuseppe a far tornare il suo cane in Italia è intervenuta la cantante Noemi ha condiviso l’appello su Twitter. Ed è proprio Noemi, assieme all’ENPA che oggi ha incontrato l’ambasciatore danese. Un incontro che la cantante e i rappresentati di ENPA hanno definito positivo e durante il quale sono state fatte “importanti aperture”.
iceberg alfano dogo argentino - 3
Noemi ha anche condiviso l’appello ad abbassare i toni per non esasperare la situazione. Anche Emma Marrone ha condiviso le richieste di aiuto per Iceberg.

Alfano vuole salvare Iceberg

Il ministro Alfano ha così deciso di intervenire per perorare la causa di Iceberg. Il ministro su Facebook spiega di aver “immediatamente accolto l’accorato appello” del proprietario di Giuseppe. Alfano ha dichiarato di stare seguendo “personalmente” la vicenda mettendosi in contatto con le autorità danesi e sperando presto in una buona notizia. In fondo tutto quello che il padrone di Iceberg chiede è poter fare tornare in Italia il suo cane.
iceberg alfano dogo argentino - 4
Un vero statista sa quando è il momento di amare gli animali e sa che farlo “non è un segno di debolezza”. A quanto pare però l’uscita di Alfano ha messo in imbarazzo gli ambienti diplomatici. A quanto pare Alfano ha già inoltrato una richiesta alle autorità danesi. Del resto nessuno si aspettava che per salvare un cane si mobilitasse addirittura il ministro degli Esteri. Ma per questo suo interventismo canino Alfano non riceve solo applausi.
iceberg alfano dogo argentino - 6
C’è chi gli chiede come mai per il caso di Charlie Gard Alfano non ha fatto nulla. La possibile risposta è che Charlie è un cittadino britannico. C’è chi gli chiede di “darsi una mossa” anche per quanto riguarda il caso Regeni facendo pressioni sull’Egitto. Ma anche gli animalisti si allargano nelle richieste: perché il ministro non si occupa dei cani randagi di Licata? E se invece sostenesse la causa del ragazzo andato in Cina per “contrastare” il festival della carne di cane di Yulin? Chi più ne ha più ne metta. Fatevi sotto che il super eroe Alfano non desidera altro che prende le parti di deboli e indifesi.