Attualità

Perché Campania, Veneto e Liguria sono zona gialla

Il motivo è tecnico? Repubblica spiega che, almeno per quanto riguarda Liguria e Campania, i dati inviati per la valutazione non sono completi

lockdown campania de luca annuncio oggi video diretta

Nella divisione in tre fasce del territorio italiano, nonostante Salvini e i governatori di Piemonte, Lombardia e Calabria adombrino il complotto delle zone rosse per le regioni governate dal centrodestra, Veneto, Liguria e Campania si trovano in zona gialla anche se l’emergenza per contagi e ricoveri è tutt’altro che superata. Il motivo è tecnico? Repubblica spiega che, almeno per quanto riguarda Liguria e Campania, i dati inviati per la valutazione non sono completi

Veneto e Campania si trovano nel gruppo di Regioni per le quali sono previste le misure meno pesanti ma non è detto che ci restino a lungo. Il monitoraggio della Cabina di regia dell’Istituto superiore di sanità, utilizzato dal governo per adottare le nuove misure di limitazione, si riferisce infatti a molti giorni fa, cioè alla settimana tra il 19 e il 25 ottobre. Presto, comunque entro domenica, ne verrà fatto un altro, con i numeri più recenti. Ci saranno spostamenti verso l’arancione e il rosso. Il Veneto è tra le regioni “gialle” con riserva. Così come la Liguria non è diventata già zona “arancione” perché i suoi dati non sono completi. «Considerando l’imminente rivalutazione del rischio su dati aggiornati alla settimana 26 ottobre-1 novembre 2020 – è scritto nell’ultimo verbale della Cabina di Regia – si ritiene di attenzionare in particolare queste Regioni per una definizione aggiornata e puntuale del livello di rischio». Se i dati saranno peggiori scatterà il salto di livello. Per quanto riguarda la Campania, molti si sono sorpresi di non trovarla tra le Regioni arancioni, visto che nelle ultime settimane ha avuto svariati problemi, con una grande crescita della diffusione del virus e ospedali in difficoltà. Pure nel suo caso a breve potrebbero esserci delle novità, anche perché nel monitoraggio viene a richiamata per l’invio di molti dati incompleti, in particolare sui ricoveri.