Attualità

Pastori sardi e latte, l'assalto al camion con fucile e cappuccio a Orune

neXt quotidiano|

orune latte

Intorno alle 10 di mattina quattro individui incappucciati e armati di fucile hanno assaltato un furgone del latte a Orune, in provincia di Nuoro. È massima allerta nel giorno del voto. Sul posto carabinieri e polizia.

Pastori sardi e latte, l’assalto al camion con fucile e cappuccio a Orune

Un camion cisterna che trasportava latte è stato bloccato nei pressi di Orune, nel Nuorese. L’assalto è stato effettuato da tre o quattro uomini con i volti coperti e, sembra, armati. Il commando ha costretto l’autista del camion a uscire dall’abitacolo e a sversare il latte sull’asfalto. Il commando che ha assaltato la cisterna vicino a Orune aveva intenzione di incendiarla. Secondo quanto si apprende i due che hanno bloccato il mezzo sulla statale 389 avevano della benzina, ma quando hanno accertato che il mezzo era di un padroncino e non di un industriale lo hanno lasciato andare. Avevano quindi intenzione di danneggiare un importante caseificio e non un lavoratore autonomo.

A Orune nei giorni scorsi erano stati molti gli attacchi ai caseifici e ai trasformatori di latte. L’attacco di Orune danneggia i pastori perché il latte doveva essere ancora conferito, e il presidio al caseificio Argiolas nel Cagliaritano tenuto sotto controllo dalle forze dell’ordine.

Le elezioni in Sardegna

Intanto i seggi sono aperti in Sardegna per le elezioni regionali. Timori erano stati espressi nei giorni scorsi per la situazione di tensione che si era creata a causa delle oltre due settimane di protesta di pastori per il prezzo del latte. Dopo la trattativa fallita di giovedì scorso, con gli industriali che non si erano presentati al tavolo del governo, alcuni portavoce dei pastori non aveva escluso ‘interventi’ nei seggi. Per il momento niente di tutto ciò si è verificato.

Leggi anche: Come Salvini ha munto i pastori e preso in giro tutti i sardi