Attualità

Papa Francesco incontra le vittime dei preti pedofili a Philadelphia

Papa Francesco ha incontrato alcune vittime di preti pedofili a Philadelphia. Lo ha annunciato a sorpresa egli stesso incontrando i vescovi presenti all’incontro mondiale delle famiglie che concluderà oggi nella Cappella del Saint Charles Borromeo Seminary. Francesco ha espresso “vergogna” per gli abusi e i “gravi danni” causati: “Mi dispiace profondamente”, ha detto in spagnolo, “Dio stesso piange”. “I reati di abusi sessuali contro minori non possono essere mantenuti in segreto per più tempo”, ha detto, promettendo “l’impegno alla vigilanza della Chiesa per proteggere i minori” e promettendo che “tutti i responsabili dovranno renderne conto”. Il Papa ha assicurato a ogni vittima e alle loro famiglie “la nostra gratitudine per il loro immenso coraggio” nel denunciare gli abusi subiti. “Lo dico – ha concluso – perché ho appena terminato una riunione con un gruppo di persone vittime di abusi e sono lieto di avere l’opportunità di condividere con voi la notizia”. Le vitime di abusi incontrate oggi dal Papa sono 3 uomini e 2 donne. Li accompagnava l’arcivescovo di Philadelphia, monsignor Charles J.Chaput.
 

Papa Francesco incontra le vittime dei preti pedofili a Philadelphia

Bergoglio si è intrattenuto con i visitatori ascoltando le loro testimonianze e rivolgendo loro alcune parole in comune e poi salutandoli singolarmente. Ha pregato con loro. Ha manifestato la sua partecipazione alla loro sofferenza, il suo “dolore e vergogna” in particolare nel caso delle ferite loro arrecate da membri del clero o collaboratori ecclesiali. Ha rinnovato l’impegno suo e della Chiesa perché tutte le vittime siano ascoltate e trattate con giustizia, i colpevoli siano puniti e i crimini di abuso siano combattuti con una efficace opera di prevenzione nella Chiesa e nella società. Il Papa ha ringraziato le vittime per il loro contributo essenziale per ristabilire la verità e iniziare il cammino del risanamento. L’incontro è durato circa mezz’ora ed è terminato con la benedizione del Pontefice. “Questi crimini non possono essere mantenuti in segreto”, ha poi detto il Papa ai vescovi, aggiungendo: “Prometto che tutti i responsabili renderanno conto”. La diocesi di Filadelfia, nei decenni passati, è stata tra le più colpite dalla piaga della pedofilia nel clero, e tra quelle che hanno dovuto pagare massicci indennizzi alle vittime. Nel corso del suo pontificato, è la seconda volta che Francesco incontra vittime degli abusi, dopo il gruppo ricevuto in Vaticano, a Casa Santa Marta, nel luglio del 2014. Il Pontefice ha dato forte impulso all’impegno anti-pedofilia già avviato dal suo predecessore Benedetto XVI. Oltre a istituire la Commissione per la protezione dei minori, ha portato avanti una linea dura verso i responsabili degli atti pedofili ma anche verso i vescovi che eventualmente li coprono e omettono di denunciarli, in base al principio della “accountability” (responsabilità).