Fatti

Il bilancio dei feriti nella notte di Capodanno: a Napoli un uomo colpito al petto da un proiettile vagante

Nella notte di Capodanno nonostante i divieti sono molti i feriti per esplosione di petardi e fuochi d’artificio pericolosi: a Napoli un uomo è stato colpito al petto da un proiettile sulla soglia di casa

petardo botti capodanno feriti napoli

Come ogni Capodanno nonostante le ordinanze comunale vietino i fuochi d’artificio pericolosi la mattina del primo giorno dell’anno è tempo di bilanci. “Fortunatamente” soltanto di feriti per questo 2022, visto che negli anni precedenti sono capitati anche decessi legati ai “botti”. Tra Napoli e provincia, la zona con il bilancio peggiore, sono 9 le persone ferite: quattro in città, due delle quali sono state portate all’ospedale Cardarelli, una al Vecchio Pellegrini e una al Fatebenefratelli; in provincia una persona è stata portata all’ospedale di Castellammare di Stabia, una a Giugliano in Campania e una a Frattamaggiore. I casi più gravi sono due: un 40enne srilankese ferito da un colpo di arma da fuoco al petto sulla soglia della sua abitazione nel quartiere Montecalvario, probabilmente da un proiettile vagante in ricaduta, e una donna di 53 anni che ha riportato ferite agli occhi. Gli altri 7 che hanno riportato ferite sono stati dimessi. Sempre nel capoluogo campano un fuoco d’artificio ha inoltre causato un incendio all’interno di un appartamento di un 66enne, che ne è uscito incolume: dai primi accertamenti è emerso che l’incendio è stato causato da un fuoco pirotecnico entrato all’interno della stanza da una finestra lasciata aperta. A Carbonara di Nola, in provincia, un uomo ha perso l’occhio destro. Nessun ferito a Salerno città, dove si sono registrati danneggiamenti causati dall’esplosione dei petardi, in particolare ad auto parcheggiate e a una tenda su un balcone.

Il triste bilancio dei feriti nella notte di Capodanno

Fuori dalla Campania grave incidente nell’ascolano, dove un ragazzo è stato ricoverato per aver riportato gravi ferite a entrambe le mani a causa di alcuni petardi che stava facendo esplodere insieme ad altri amici nella piazza di Roccafluvone. Due le persone che hanno riportato ferite a seguito dello scoppio di botti e petardi nell’ambito della Città metropolitana di Bari. Un 44enne di Monopoli ha subito l’amputazione di 2 dita ed è ricoverato al Policlinico di Bari in prognosi riservata mentre un 27enne di Acquaviva delle Fonti ha riportato ferite lacero contuse ed è stato dimesso dall’ospedale con 7 giorni di prognosi.

Stanotte sono stati 558 gli interventi in tutta Italia dei vigili del fuoco per incendi riconducibili ai festeggiamenti di Capodanno, in netto aumento rispetto allo scorso anno, quando furono 229. Il numero maggiore quest’anno in Lombardia, dove sono stati 72, seguono: Emilia Romagna 68, Lazio 66, Campania 60, Veneto 46, Toscana 44, Sicilia 43, Liguria 37, Puglia 35.