Fatti

No allo stadio arcobaleno? E allora Monaco colorerà strade e palazzi

La replica del sindaco della città tedesca, che questa sera ospiterà l’ultima gara della fase a gironi di Euro 2020 della Germania contro l’Ungheria, al no della UEFA per l’Allianz Arena arcobaleno

ALLIANZ ARENA ARCOBALENO

Il sindaco di Monaco di Baviera ha definito “vergognosa” la risposta data dalla Uefa alla richiesta di colorare l’Allianz Arena arcobaleno in occasione del match – in programma questa sera, ore 21 – tra Germania e Ungheria. Colori che avrebbero rappresentato un chiaro segnale in favore della lotta alle discriminazioni e all’ultima legge licenziata proprio dal Parlamento ungherese che vieta – di fatto – qualsiasi discorso sull’omosessualità e le comunità LGBTQ+. Ma l’amministrazione della città tedesca non demorde e se non potrà vedere l’impianto colorato, riempirà le strade e i palazzi di quel simbolo arcobaleno.

Allianz Arena arcobaleno: dopo il no della UEFA Monaco colora la città

“Noi di Monaco non permetteremo in alcun modo che ci venga impedito di inviare un segnale chiaro all’Ungheria e al mondo”, ha commentato Dieter Reiter, sindaco della città di Monaco. In che modo? Molti dei palazzi della città – anche quelli più prossimi all’Allianz Arena – saranno colorati con quell’arcobaleno vietato allo stadio (che non è di proprietà del Comune, quindi qualsiasi tipo di variazione deve essere accordata). Inoltre saranno distribuite anche delle bandiere ai tifosi.

Questa è la risposta a quell’ostracismo della UEFA che ieri aveva detto no alla richiesta avanzata nei giorni scorsi. Perché sì, è vero che si trattava di un chiaro segnale nei confronti di una legge liberticida e omofoba. Ma, allo stesso tempo la stessa Federcalcio Europea riempie le maglie dei calciatori di patch contro il razzismo. Insomma, una mossa che vuole evitare solamente un incidente diplomatico su un tema che, invece, dovrebbe essere caro a tutti.

Il tutto si evince anche dalla risposta del Presidente della UEFA, Ceferin, alla richiesta dell’Allianz Arena arcobaleno in occasione del match tra Germania e Ungheria: “Era la richiesta di un politico, era chiaramente un segnale mirato a un atto politico di un governo di un altro Paese. Il calcio non può permettere di essere usato per scopi politici. Con tutto il cuore supporto e celebro Neuer che indossa la fascia arcobaleno. E con tutto il cuore sono a favore di uno stadio illuminato coi colori dell’arcobaleno in altre occasioni, come propone la Uefa, quando non sia per scopi politici”. Ponzio Pilato, anno 2021.