Fatti

Appalti truccati a Salerno: arrestato il consigliere campano Nino Savastano

neXt quotidiano|

Nino Savastano

Un’indagine su presunti appalti truccati a Salerno vede coinvolto anche un ex assessore che ora siede tra i tavoli del Consiglio Regionale campano. Questa mattina, infatti, sono state eseguite dieci misure cautelari (su 29 indagati totali) nei confronti di altrettante persone che sarebbero coinvolte in una vera e propria macchinazione attorno ad alcuni appalti pubblici concessi senza seguire le canoniche procedure. E tra questi dieci nomi compare anche quello di Giovanni “Nino” Savastano, eletto con la lista “Campania Libera”.

Nino Savastano, il consigliere campano arrestato per appalti truccati

Il consigliere regionale è finito questa mattina agli arresti domiciliari, dopo l’esecuzione della misura cautelare richiesta dalla Procura di Salerno. Non sono noti i capi d’accusa, visto che i reati contestati – a vario titolo – a tutti e 29 gli indagati vanno dalla turbata libertà degli incanti (articolo 353 del codice penale), induzione indebita, associazione per delinquere ed un caso di corruzione elettorale. Il tutto relativo alla concessione di una serie di appalti pubblici che, secondo la tesi del Procuratore capo Giuseppe Borrelli, sarebbero stati truccati (le dinamiche saranno spiegate nelle prossime ore direttamente dagli inquirenti).

E ora Nino Savastano dovrà chiarire la sua posizione. E non si tratta di un personaggio politico di poco conto. Adesso, infatti, è consigliere comunale eletto con la lista “Campania Libera” (il più votato), molto vicina al governatore Vincenzo De Luca. Una posizione conquistata candidandosi nella circoscrizione della sua Salerno. Oltre al ruolo di consigliere, Savastano è anche vicepresidente della Commissione politiche sociali, istruzione, cultura e ricerca scientifica. E ha avuto anche un ruolo fondamentale e di primaria importanza nella politica salernitana: è stato assessore allo sport e alle politiche sociali del Comune di Salerno. E, in passato – tra il 1993 e il 2001, e tra il 2011 e il 2016 – è stato membro delle giunte comunali guidate proprio dall’attuale governatore campano, quando era sindaco di Salerno.

(foto: da Facebook)