Attualità

Nicholas Young: il poliziotto che stava con l'ISIS

nicholas young

Un agente della polizia delle linee metropolitane di Washington è il primo membro delle forze dell’ordine statunitensi incriminato con l’accusa di aver fornito materiale di sostegno all’Isis. Nicholas Young, che lavorava al dipartimento dal 2003, è stato arrestato questa mattina dagli agenti dell’Fbi: avrebbe cercato di mandare dei soldi ai jihadisti attraverso un servizio di messaggistica mobile. L’Fbi avrebbe rintracciato una transazione di 245 dollari.

Nicholas Young: il poliziotto che stava con l’ISIS

I giornali americani scrivono che è la prima volta che un funzionario di polizia viene accusato di aiutare l’ISIS. Young, 36 anni, è accusato di aver acquistato 22 gift cards di messaggistica mobile con l’intenzione di aiutare l’ISIS all’estero. La documentazione del tribunale dice che il giovane è sotto osservazione dal 2009, quando alcuni suoi colleghi ne segnalarono i comportamenti sospetti. Oggi pomeriggio sarà in tribunale: rischia fino a 20 anni di carcere. ABCNews racconta che l’uomo aveva cercato di acquistare articoli che permettessero di criptare le conversazioni per scambiarsi messaggi: ma dall’altra parte del filo c’era la task force antiterrorismo dell’FBI, che ha condotto un’indagine sotto copertura. Young, che lavorava da 12 anni alla metro di Washington, è stato arrestato questa mattina durante il lavoro. Vive a Fairfax, in Virginia. Negli ultimi tre anni, più di 100 americani sono stati accusati di volersi unire all’ISIS o di sostenere il gruppo in qualche altro modo.