Fatti

Guida fino alla motorizzazione per sostenere l’esame per la patente: identificata e multata

Una donna di 40 anni di origini nigeriane ha guidato con la propria auto fino alla motorizzazione di Biella per sostenere l’esame per la patente. Gli agenti della Polizia Stradale l’hanno identificata e multata dopo il test

biella motorizzazione patente

È arrivata al piazzale della Motorizzazione di Biella guidando l’auto da sola, senza avere accanto una persona che avesse la patente da almeno 10 anni, ha parcheggiato di fronte l’edificio ed è entrata. Il tutto non sarebbe un problema se non fosse che la protagonista della vicenda, una donna nigeriana di 40 anni residente nel capoluogo di provincia piemontese, era lì per sostenere l’esame di guida per la patente. Il suo arrivo è stato notato dagli agenti della Polizia Stradale, che si trovavano negli uffici della Motorizzazione. Appurato che la donna fosse tra i candidati della prova, l’hanno identificata dopo aver terminato il test e gli agenti hanno fatto scattare le sanzioni amministrative previste dal codice della strada.

Guida senza patente: cosa dice la legge

Il conducente, per poter circolare, deve sempre portare con sé la patente. Lo prevede il comma 1 dell’articolo 180 del Codice della Strada. Il comma 7 dello stesso articolo stabilisce che il guidatore sorpreso dalle forze dell’ordine sprovvisto di patente, per semplice dimenticanza, è soggetto a una sanzione amministrativa che varia dai 42 ai 173 euro (o dai 26 ai 102 euro se si tratta di veicoli a due ruote). Inoltre, l’automobilista o il motociclista dovrà obbligatoriamente presentare entro un certo termine il documento presso l’ufficio indicato dell’agente accertatore, pena una multa compresa tra i 430 e i 1.731 euro. Chi invece non ha mai conseguito la licenza di guida e viene sorpreso al volante viene punito con una sanzione amministrativa di importo compreso tra i 5 mila euro e i 30 mila euro, oltre alla confisca del veicolo. Gli importi per l’illecito si affiancano, dunque, alle sanzioni viste sopra per la semplice dimenticanza. Guidare con la patente scaduta comporta invece una multa di importo compreso tra i 160 e i 644 euro, oltre al ritiro del documento stesso. Il guidatore, dal momento in cui è stato sanzionato, ha 10 giorni di tempo per rinnovare il documento. Fino ai 50 anni di età la patente va comunque rinnovata ogni 10 anni.