Attualità

La strana storia della mortadella vietata ai bimbi di Pontedera

mortadella vietata pontedera bellaria - 10

Oggi La Nazione ha pubblicato un articolo su una vicenda curiosa. Durante una festa organizzata nella struttura del Gruppo Sportivo Bellaria di Pontedera ai bambini sarebbe stato negato di poter fare merenda con la schiacciata e la mortadella. La storia della scuola che vieta la mortadella “per rispetto ai bimbi islamici” è stata ripresa anche dal Giornale.

Cosa è successo al Bellaria di Pontedera?

L’episodio incriminato risale ad una ventina di giorni fa a metà maggio. Il Gruppo Sportivo Bellaria, che organizza anche laboratori nelle scuole e per le scuole, ha ospitato come da tradizione una festa per i bambin. Il Bellaria ha messo a disposizione il parco e come ogni anno ha offerto anche la merenda ai bambini. Come ha spiegato al telefono con Nextquotidiano il Presidente del Bellaria Piero Vetturi durante la prima festa le cose sono filate lisce. Alcuni genitori di religione musulmana però avrebbero fatto notare alla scuola (e non al Bellaria) che la merenda era a base di schiacciata e mortadella. Le mamme hanno chiesto di poter fare la merenda senza mortadella. Il plesso scolastico – l’Istituto Comprensivo Pacinotti di Pontedera – ha quindi chiesto al gruppo sportivo, per la festa successiva, di fare una merenda con schiacciata senza mortadella.
mortadella vietata pontedera bellaria - 1
Il gruppo Bellaria ha eseguito come da richiesta da parte del plesso scolastico e “per praticità” ha somministrato, gratuitamente, la merenda ai bambini. Per non creare problematiche è stato deciso di somministrare solo la schiacciata.
mortadella vietata pontedera bellaria - 9
C’è stato anche chi ha telefonato alla Bellaria e riferisce che il plesso scolastico avrebbe chiesto ai bambini di portarsi la merenda da casa.

Ho appena telefonato al Centro sportivo Bellaria di Pontedera, per verificare questa notizia. Come si poteva immaginare, la ricostruzione della vicenda fatta da La Nazione e da IlGiornale non è corretta. La verità è che nel corso di una festa di 20 giorni fa è stato servito pane (schiacciata) e mortadella per tutti. I musulmani non hanno potuto mangiarne e si sono lamentati. La struttura ha risposto che avrebbero potuto portarsi la merenda da casa. Non viceversa. A nessuno è stata vietata la mortadella! Alla persona con cui ho parlato c’è gente che sta scrivendo lamentandosi a causa di queste fake notizie. Gli ho detto: ora segnalo la cosa, magari la chiama un giornalista.

Una versione che conferma quanto detto dal Presidente della società che ha ricordato che il Gruppo Sportivo non effettua servizio di ristorazione specifico e che la merenda era sostanzialmente un “di più” donato per ospitalità. Per la verità nel post dell’Istituto Comprensivo Pacinotti dove si dà conto della buona riuscita del progetto “Sport in Bellaria” non risultano esserci lamentele da parte di nessuno. Secondo la Nazione “la scuola si sarebbe difesa citando una misteriosa direttiva del governo”. Abbiamo provato a metterci in contatto con la Dirigente Scolastica del Pacinotti ma al momento non è stato possibile.
 
Foto copertina via Flickr.com