Fatti

Il momento in cui Salvini scopre in diretta della morte di Mihajlovic | VIDEO

Asia Buconi|

matteo salvini

La tragica notizia della morte dell’ex calciatore e allenatore del Bologna Sinisa Mihajlovic, 53 anni, dopo una lunga battaglia contro una grave forma di leucemia ha sconvolto il mondo dello sport e non solo. Sono stati centinaia di migliaia i tifosi che, oltre ogni colore, hanno espresso il loro cordoglio per la prematura scomparsa di un uomo che rimarrà nella storia del calcio. E, tra questi, figura pure il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Matteo Salvini, che è venuto a conoscenza della morte di Mihajlovic in diretta.

Il momento in cui Matteo Salvini ha scoperto della morte di Mihajlovic e il cordoglio su Instagram

Il segretario leghista Matteo Salvini stava tenendo la conferenza stampa di presentazione del nuovo codice degli appalti, approvato dall’ultimo Cdm, quando all’improvviso si è bloccato leggendo qualcosa sul suo telefono: questo il momento in cui è venuto a conoscenza della prematura scomparsa di Sinisa Mihajlovic. “Perdonatemi mentre stavo parlando è arrivata una pessima notizia su…” ha detto il vicepresidente del Consiglio visibilmente commosso per poi interrompersi e cedere la parola, probabilmente a causa dello shock del momento.

La vicinanza tra Salvini e Mihajlovic, infatti, andava oltre l’aspetto puramente calcistico. Da un lato è vero che l’ex calciatore è stato pure commissario tecnico del Milan, di cui Salvini è tifosissimo, dall’altro sono note le sue posizioni politiche molto vicine a quelle del leader del Carroccio. A gennaio 2020, reduce già da un trapianto di midollo, Mihajlovich aveva fatto un vero e proprio endorsement pubblico nei confronti di Salvini e della sua canidata alle Regionali in Emilia Romagna Lucia Borgonzoni.

Non sorprende quindi che qualche momento più tardi, Matteo Salvini abbia dedicato a Sinisa Mihajlovic un post su Instagram in cui, pubblicando una foto insieme all’ex allenatore del Bologna, ha scritto:

Non ci voglio credere, stramaledetta bastarda malattia.
Buon viaggio Sinisa, campione dentro e fuori dal campo.
Se ne va un amico, una persona seria, una persona buona e generosa, un combattente che non aveva paura di dire ciò che pensava. Mai. Se ne va un papà, un marito, un nonno, che lascia in eredità un enorme patrimonio di affetto e di amore, a partire dalla sua splendida famiglia e da tutto il popolo dello Sport. Ci mancherai, tanto. Anzi, sarai sempre con noi.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Matteo Salvini (@matteosalviniofficial)