Attualità

Milano, il ragazzo gay aggredito a Porta Ticinese

neXt quotidiano|

Un 25enne ha denunciato di esser stato bersagliato con un lancio di bottiglie da una decina di ragazzi mentre stava passeggiando mano nella mano con il suo compagno nella zona di porta Ticinese, centro della movida lombarda. Il giovane, originario di Vicenza e residente a Milano per lavoro, è stato ricoverato al Policlinico in gravi condizioni ma non è in pericolo di vita. L’attacco è scattato fuori da un locale: il gruppo di giovani avrebbe dapprima insultato la coppia gay e poi l’avrebbe bersagliata con un lancio di bottiglie. Il 25enne è stato colpito alla testa ed al torace. Sul posto è arrivata una pattuglia di vigili ma il branco è riuscito a fuggire. Sul caso indaga la polizia locale di Milano che ha acquisito i filmati delle telecamere della zona.

Milano, il ragazzo gay aggredito a Porta Ticinese

Secondo quanto si è saputo, il giovane, intorno alla mezzanotte, si è avvicinato a una pattuglia di agenti della Polizia locale raccontando l’aggressione a sfondo omofobo subita poco prima. Gli agenti hanno fatto intervenire il 118 e il venticinquenne è stato portato in ospedale. Gli investigatori stanno acquisendo le immagini delle telecamere di sorveglianza della zona di Porta Ticinese, a quell’ora molto frequentata per via dei numerosi locali, e sono alla ricerca di testimoni per dare un volto agli aggressori.

porta ticinese gay

Il giovane ha denunciato di esser stato picchiato da una decina di ragazzi mentre stava passeggiando mano nella mano con il suo compagno nella zona di porta Ticinese. Il 25enne, originario di Vicenza e residente a Milano per lavoro, e’ stato ricoverato al Policlinico da cui è stato dimesso al mattino. Alcune delle ferite sono state inferte con un coccio di bottiglia. L’attacco e’ scattato intorno alla mezzanotte fuori da un locale: il gruppo di giovani avrebbe dapprima insultato la coppia gay e poi avrebbe malmenato il giovane.

Leggi anche: Veronique Garella, l’indagine per omicidio