Fatti

Mihaela Kleics, la donna uccisa con 30 coltellate dal compagno che aveva denunciato

La donna è stata trovata senza vita dalle forze dell’ordine. L’uomo, rintracciato dopo il ritrovamento della vittima, ha tentato di togliersi la vita

Mihaela Kleics

“Abbiamo subito concentrato le ricerche su di lui. Eravamo già intervenuti per alcuni litigi e la donna aveva anche presentato una formale denuncia”. Le parole di Rosario Totaro, comandante provinciale dei carabinieri di Cagliari, non possono far altro che aumentare la rabbia per l’ennesimo femminicidio in Italia. L’ultima vittima si chiamava Mihaela Kleics, una 50enne di origini romene, uccisa con almeno 30 coltellate da Sandro Sarais, il 56enne con cui la donna aveva una relazione.

Mihaela Kleics, la donna uccisa dal compagno che aveva denunciato

La morte della donna risale a diversi giorni fa. Il suo corpo senza vita, infatti, è stato trovato dalle forze dell’ordine nell’appartamento di via della Musica, a Quartu Sant’Elena (in provincia di Cagliari) dopo la segnalazione della sorella della vittima. La donna (che vive in Romania), infatti, aveva provato a contattare Mihaela Kleics per tre giorni consecutivi, senza ricevere risposte. Un silenzio che ha fatto scattare l’allarme. E i carabinieri, intervenuti sul posto, hanno dovuto forzare il portone della sua casa e lì l’amara sorpresa: quel corpo colpito da almeno 30 coltellate era riverso, in un bagno di sangue, sul letto.

Le indagini sono iniziate immediatamente, con un obiettivo ben preciso: cercare Sandro Sarais, il compagno della donna. Il motivo di questa certezza è sintetizzato dalle parole del comandante provinciale dei carabinieri di Cagliari: la donna, in seguito ad alcune liti, aveva presentato una denuncia formale nei confronti dell’uomo. Discussioni anche violente, con i vicini che hanno raccontato grida di minacce (“ti ammazzo, ti ammazzo”) nel corso delle diverse giornate di tensione in quell’appartamento di via della Musica a Quartu Sant’Elena. L’ultimo intervento delle forze dell’ordine solo sabato scorso: i vicini di casa le avevano allertate dopo aver sentito le urla da quell’appartamento. E, in quell’occasione, la donna aveva ricevuto anche le cure mediche del 118.

La classica storia di una tragedia annunciata. La classica storia di un femminicidio in Italia. Ma non è stato facile trovare Sandro Sarais. L’uomo, infatti, aveva fatto perdere le sue tracce dopo l’uccisione di Mihaela Kleics. Le ricerche sono proseguite per diverse ore. Poi l’uomo è stato ritrovato nelle campagne di Solanas. Sui suoi polsi alcune ferite, nel tentativo di togliersi la vita. Ora, però, è in stato di fermo e piantonato all’interno dell’Ospedale Brotzu del capoluogo sardo.

(foto: da Instagram)