Fatti

La protesta dei cittadini di Melitopol contro il rapimento del sindaco da parte dei militari russi | VIDEO

neXt quotidiano|

sindaco ivan fedorov rapito melitopol

Circa duemila cittadini di Melitopol sono scesi in piazza con bandiere dell’Ucraina, slogan e orgoglio per protestare contro il rapimento del sindaco della città, Ivan Fedorov, avvenuto questa mattina per opera di un gruppo armato russo. “Si sono recate nei locali dell’amministrazione statale distrettuale occupati dai terroristi russi con la richiesta di liberare il sindaco”, scrive su Twitter l’account ufficiale della Verkhovna Rada, il parlamento ucraino, che posta anche un video registrato da uno dei manifestanti.

La protesta dei cittadini di Melitopol contro il rapimento del sindaco da parte dei militari russi

Il sindaco è stato posto sotto sequestro mentre distribuiva aiuti umanitari alla popolazione. Ad annunciare il grave atto, che secondo la Convenzione di Ginevra sarebbe classificabile come “crimine di guerra”, è stato un consigliere del ministro degli Interni Anton Gerashchenko sul suo canale Telegram, spiegando che Fedorov è stato portato via da un gruppo di dieci russi che gli hanno messo un sacchetto di plastica in testa. “I nemici lo hanno trattenuto nel centro di crisi della città, dove si stava occupando di sostenere i cittadini. C’era una bandiera ucraina nell’ufficio di Ivan Fedorov”, ha scritto Gerashchenko. Come spiega l’agenzia ucraina Unian, il primo cittadino di Melitopol si era rifiutato di collaborare con i russi, mantenendo la bandiera ucraina sul municipio della città occupata.