Attualità

“Con un atteggiamento positivo rimarrete in salute”: i medici novax denunciati per procurato allarme | VIDEO

Un incredibile video pubblicato su Facebook da 11 tra medici, farmacisti e psicologi in Alto Adige che si scaglia contro i vaccini e invita alla “fiducia nei poteri di autoguarigione”. E il direttore della ASL denuncia tutti

medici no vax denunciati video wir noi

Florian Zerzer, direttore generale dell’ASL dell’Alto Adige ha denunciato in Procura 11 professionisti sanitari, tra cui medici, psicologi e farmacisti, che hanno diffuso su Facebook un video contro i vaccini anti Covid-19. Racconta il Corriere dell’Alto Adige:

Un fatto gravissimo per il direttore generale dell’Asl, che ipotizza il reato di procurato allarme presso l’autorità, dopo le svariate segnalazioni giunte alle mail aziendali per il messaggio rilanciato con circa 3.500 condivisioni dalla pagina «Wir Noi», che si autodefinisce riferimento di «una rete di esperti con contributi e iniziative nell’interesse dei cittadini». Nel filmato compaiono otto medici, due farmacisti, uno psicologo che ora saranno convocati per chiarimenti anche dai rispettivi Ordini professionali. Nello specifico si tratta dei medici di medicina generale Maurizio Adami, Roberto Cappelletti, Helke Muller, Heinrich Schwartz, Bernard Thomaser; delle pediatre Elisabeth Delago ed Elisabeth Viertler; del medico igienista Elisabetta Galli; dei farmacisti Hannes Loacker e Roberto Slaviero; dello psicologo Ulrich Gutweniger. Il video, in italiano e in tedesco, usa il termine vaccino tra virgolette.

Questa è la presentazione del video che potete vedere qui sotto: “Tutti parlano dei nuovi vaccini Covid-19. In questo video, 10 esperti prendono posizione su questo argomento esplosivo e chiariscono domande importanti. Ci appelliamo a tutte le persone affinché si informino in modo critico, anche sui metodi di trattamento di successo del Covid-19 e sulle alternative alla vaccinazione. Questo video è rivolto a tutte le persone e ai cittadini di questo mondo”.

Durante il filmato si parla di “effetti collaterali a lungo termine” e vengono proposte cure alternative come l’utilizzo di vitamina C e D. Ma passano anche concetti come la “fiducia nei poteri di autoguarigione”. “Con un atteggiamento positivo rimarrete in salute”, spiega uno dei professionisti.