Attualità

Massimo Ferrero: arrestato il presidente della Sampdoria

neXt quotidiano|

massimo ferrero compagna 1

Massimo Ferrero, presidente della Sampdoria, è stato arrestato dalla Guardia di Finanza. Le motivazioni dell’arresto, avvenuto per un’inchiesta della procura di Paola sono le accuse di reati societari e bancarotta. Le indagini coinvolegerebbero unicamente la persona di Ferrero e non la società della Sampdoria.

Massimo Ferrero: arrestato il presidente della Sampdoria

Massimo Ferrero ora si trova nel carcere di San Vittore, dove è stato trasferito dopo l’arresto. Per altre cinque persone coinvolte nell’indagine sono stati disposti invece i domiciliari, tra le quali la figlia del presidente della Samp Vanessa e un nipote, secondo quanto riporta Adnkronos. Il suo legale ha confermato che l’arresto riguarda “il fallimento di alcune società calabresi avvenuto quattro anni fa”. Ferrero è stato “prelevato in albergo come un delinquente” e anche il suo autista è stato arrestato.

In un’intervista rilasciata a Repubblica appena ieri, Ferrero aveva dichiarato la sua volontà di lasciare la guida della società Sampdoria: “Dopo otto anni di sacrifici, lavoro, passione, perché io, oltreché un presidente, mi considero un grande tifoso della Sampdoria. ma anche di attacchi personali, spesso calunniosi e critiche pesanti, che io ritengo ingiustificate, comincio ad essere stanco. Non della società, di fare il presidente, ma della cattiveria nei miei confronti”. Aveva però negato che dietro l’angolo si nascondessero nuovi soggetti interessati a rilevare il club: “Acquirenti all’orizzonte? Magari. Non ce ne sono. Fatemeli conoscere. Presentatemeli. Io ho fatto e continuo a fare il massimo. Ma se qualcuno è in grado di dare più luce di me alla Sampdoria, si faccia avanti, sono pronto ad ascoltarlo. E, nel caso, a passare la mano. Naturalmente a condizioni eque. Dando il giusto valore alla società”.