Attualità

Marco Colarossi: il baby attivista M5S contro Il Fatto Quotidiano

colarossi marino fatto

Marco Colarossi, baby attivista del MoVimento 5 Stelle, si è arrabbiato per l’intervista a firma di Paola Zanca pubblicata domenica sul Fatto Quotidiano. Nel pezzo il ragazzino viene dipinto come sostenitore del sindaco Ignazio Marino e sembra adombrare l’impossibilità a vincere le elezioni per i grillini:

Da tre giorni l’a do lescente grillino anima il tweet-bombing in difesa del sindaco di Roma. La spiega così: “A livello politico è normale che i Cinque Stelle chiedano le sue dimissioni: sono all’opposizione e vogliono governare. Lo hanno sempre attaccato, non possono difenderlo adesso. Quando il nemico è in difficoltà non puoi non dargli la botta finale. Va cavalcata l’onda, è normale. Ora sono tutti contro Marino, i Cinque Stelle lo sono sempre stati: come fanno a cambiare idea adesso? Loro sono moralmente obbligati a chiedere le sue dimissioni, è anche una questione di coerenza. Ma io, come cittadino, devo giudicare se la giunta Marino ha fatto qualcosa di buono o no”. Sostiene lo studente (a cui si raccomanda un supplemento di grammatica se davvero sul suo blog vuole fare le pulci al “politico più s pr e gi e vo l e”) che “è innegabile che Marino abbia tolto del potere alla mafia, lo ha detto anche il procuratore Pignatone”. E poi, aggiunge, “per vedere i risultati delle cose che ha fatto ci vuole tempo”. Ma il suo, più che altro, è “un ragionamento”:“Ne l momento in cui i Cinque Stelle governano Roma, il Movimento muore. Prenderemmo il Campidoglio nel 2016, due anni prima delle elezioni politiche: ma in due anni a Roma non si fa nulla. E Renzi, in campagna elettorale, potrà facilmente dire: ‘Avete visto come hanno governato Roma?’”.

Ecco la replica video di Colarossi:

L'intervista di stamane su "Il Fatto Quotidiano". Faziosa e im…

Adesso BASTA! Ho chiesto l'intervento del garante dell'infanzia e dell'adolescenza.Spiegazioni in merito alla presunta intervista comparsa stamattina su "Il Fatto Quotidiano".*Dopo questo trattamento ho deciso di evitare di rilasciare interviste scritte e/o video in differita e non in diretta fatte rare eccezioni, ed ho iniziato già da oggi rinunciando a 6 interviste che mi sono state proposte da vari quotidiani nazionali, e rifiutando anche a un intervento in diretta domani in un programma nazionale onde evitare di alzare altre polemiche.

Posted by Marco Colarossi on Domenica 25 ottobre 2015

Sul Fatto di oggi non ci sono però rettifiche.