Fatti

Marcello De Vito passa dai 5 Stelle a Forza Italia. “Berlusconi? Un grande innovatore”

Clamoroso salto carpiato con avvitamento per il Presidente dell’assemblea capitolina. Che in due settimane da grillino diventa berlusconiano, senza passare dal via

de vito intercettazione arresto m5s - 4

Poche settimane fa Marcello De Vito aveva abbandonato, con stracci annessi e connessi, il Movimento 5 Stelle, lasciando la sindaca Virginia Raggi senza maggioranza. Oggi sappiamo anche perché. O, meglio, per chi: Forza Italia. Nientedimeno che il partito di Silvio Berlusconi, con tanto di sviolinata d’esordio per il nuovo capo, definito dal Presidente dell’assemblea capitolina “un grande innovatore”.

Ad annunciare il triplo salto carpiato – anche se il diretto interessato lo definisce, da prassi, “una svolta naturale” – è il senatore azzurro Maurizio Gasparri in una conferenza stampa in diretta Facebook, insieme al coordinatore nazionale del partito, Antonio Tajani. ”Si tratta di un annuncio di rilievo che dimostra quanto Fi cresce nella Capitale”, ha detto Tajani.

Gasparri, ‘con adesione De Vito Fi ricostruisce sua presenza in Consiglio comunale’

”Il presidente del Consiglio Comunale capitolino Marcello De Vito aderisce a Forza Italia. E’ un fatto molto positivo e lo ringraziamo. Fi ricostruisce una sua presenza nel Consiglio comunale e questo dimostra la vitalità del nostro partito che ha raccolta adesioni che non aveva” ha detto il senatore azzurro Maurizio Gasparri, commissario di Fi per Roma,

“Berlusconi? Un grande innovatore”

”Ancora non ho avuto modo di sentire il presidente Berlusconi. Credo che negli anni Novanta sia stato un grande innovatore della scena politica italiana” ha detto Marcello De Vito nella sua prima conferenza stampa da esponente di Fratelli d’Italia. ”La mia vicenda giudiziara ha influito zero: la mia scelta sarebbe stata identica. Mi sarei sempre rivolto a questa area politica che culturalmente ha sempre contrassegnato le mie scelte”. E ancora, parlando della sorella, Francesca, consigliera regionale M5S in Regione Lazio: “Riguardo le scelte politiche di mia sorella sono di carattere individuale -ha precisato Vito. Non sono mancati fratelli e sorelle anche più illustri, che hanno fatto scelte politiche diverse. Da quel che sento e leggo anche lei è in contrapposizione con la forza politica M5S. A cosa questo porterà non si sa, dovete chiederlo a lei”. “Il comportamento dei vertici del Movimento cinque stelle nel mio caso credo che possa essere definito inqualificabile” ha concluso De Vito. “Ma non è stato questo che ha influito sulla mia scelta”.