Attualità

La mappa delle province che potrebbero passare da zona rossa a arancione

Nelle regioni dichiarate zone rosse la situazione non è omogenea: per questo motivo i governatori al Consiglio dei ministri hanno chiesto che nelle province dove l’indice RT è compreso tra 1,25 e 1,5 le restrizioni possano passare da quelle previste per la zona rossa a quelle in vigore nelle zone arancioni

mappa zona arancione rossa gialla regioni oggi

Nelle regioni dichiarate zone rosse la situazione non è omogenea: per questo motivo i governatori al Consiglio dei ministri hanno chiesto che nelle province dove l’indice RT è compreso tra 1,25 e 1,5 le restrizioni possano passare da quelle previste per la zona rossa a quelle in vigore nelle zone arancioni.Repubblica riporta i dati  sull’indice di
contagio preparati per la Cabina di regia dalla fondazione Bruno Kessler di Trento, che si riferiscono al monitoraggio di venerdì scorso e prendono in considerazione l’Rt di circa due settimane prima e mostrano in quali province la situazione sarebbe da zona arancione

province mappa zona arancione rossa

 

In alcune Regioni rosse ci sono province che potrebbero essere in giallo o in arancione. Va ricordato che certe realtà, messe nella zona con più restrizioni nella prima settimana del nuovo sistema, nel frattempo sono un po’ migliorate. Per questo, ad esempio, in Piemonte non c’è più nemmeno una provincia che meriterebbe il rosso. In Lombardia, dove l’Rt regionale in base all’ultimo monitoraggio è 1,46, sarebbero ancora da rosso Como, Bergamo, Brescia, Mantova, Biella, Monza e Brianza e Lecco. Le altre stanno sotto. In Toscana, diventata rossa all’ultimo monitoraggio per un Rt di 1,8, stanno sotto quel colore solo Pisa e Siena. In Campania, peggiorata sempre la settimana scorsa, invece non ci sono province sotto l’1,5. L’Abruzzo si è messa da sola in zona rossa e vede esclusivamente Pescara, potenzialmente, arancione. In Calabria sia Cosenza che Reggio sarebbero da arancione.

Leggi anche: La salumeria che apre per offrire cibo a 16 profughi appena sbarcati a Nerano