Fatti

Manifestazione politica? La perfetta risposta di Landini: “Difendiamo la democrazia di tutti”

Più di 60mila persone in piazza per prendere parte alla manifestazione mai più fascismi: le sigle sindacali unite presenti

piazza sindacati mai più fascismi

Il percorso di avvicinamento alla manifestazione che in queste ore interessa tutta Roma è stato, come al solito, accompagnato da una serie di critiche infernali. Tutte legate alla presenza o assenza di leader politici, di questa o dell’altra parte. I gruppi di centrodestra hanno deciso di disertare perché hanno ritenuto che l’iniziativa avesse un valore troppo spiccatamente a trazione rossa.

Quella di oggi “è una manifestazione che difende la democrazia di tutti. Questo è il tema”. Lo dice il segretario generale della Cgil, Maurizio Landini, camminando in testa al corte diretto a Piazza San Giovanni. “L’attacco alla Cgil l’attacco al sindacato è in realtà un attacco alla dignità del lavoro di tutto il paese. E noi siamo qui non per difendere qualcuno ma per difendere la democrazia è per estendere la democrazia nel nostro paese e in Europa”, sottolinea ancora Landini. “C’è da progettare un futuro che applichi i principi fondamentali della nostra costituzione”.

Manifestazione politica? La perfetta risposta di Landini: “Difendiamo la democrazia di tutti”

Ci sono circa 60mila persone riunite in piazza san Giovanni per la manifestazione organizzata da Cgil, Cisl e Uil in risposta all’assalto di sabato scorso nella sede del sindacato di Corso d’Italia. Molte le bandiere, che coprono quasi tutta la piazza, e molti gli slogan tra cui spicca ‘mai più fascismi’ che dà anche il nome all’evento. Secondo le informazioni raccolte dai cronisti sul posto sono più di 800 i pullman arrivati da tutta Italia.

“La giornata di oggi è importante perché è una risposta forte e unitaria contro fascismi, estremismi, derive antidemocratiche. Portiamo in piazza le ragioni del lavoro, della partecipazione,  valori fondanti della nostra democrazia e della Repubblica”. Ha detto, arrivando alla manifestazione unitaria dei sindacati, il segretario generale della Cisl, Luigi Sbarra. “Il mondo del lavoro come sempre sarà argine contro ogni deriva e contro ogni estremismo”.